Messina. Sequestro clinica Cappellani: riciclaggio per 10 milioni di euro

Foto di una vettura della Guardia di Finanza vista di latoMessina. Clinica Cappellani sotto sequestro per riciclaggio di denaro per il valore di 10 milioni di euro e intestazione fittizia di beni. Il sequestro è stato predisposto a seguito di un’indagine della Procura distrettuale antimafia di Messina, diretta dal dottor Maurizio De Lucia, Procuratore della Repubblica, partita grazie a una segnalazione della Banca d’Italia.

Sotto accusa sarebbero gli imprenditori proprietari della clinica Aldo e Dino Cuzzocrea, Antonio Di Prima e Dario Zaccone, ex presidente dei Revisori dei conti del Comune di Messina.

A mettere in atto la misura cautelare, questa mattina, la D.I.A. (Direzione investigativa antimafia) di Messina, il Centro Operativo di Catania, i Finanzieri del nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Messina.

Aggiornamenti

10:56 – Primi dettagli dell’operazione che ha portato al sequestro della Clinica Cappellani

13:39 – Tutte le informazioni fornite, stamattina, durante la conferenza stampa alla sede della DIA

(2271)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *