Messina. Processo per la morte di Lorena Mangano. Pene ridotte in secondo grado

Foto di Lorena ManganoProcesso per la morte di Lorena Mangano. Pene ridotte di un anno per Forestieri e Gugliandolo. I giudici della Corte d’Appello di Messina hanno condannato Gaetano Forestieri a 10 anni di reclusione. 6 anni, invece, a Giovanni Gugliandolo.

I due uomini sono ritenuti responsabili della morte della 23enne Lorena Mangano, avvenuta il 26 giugno 2016. La giovane, alla guida della sua utilitaria, all’incrocio di in via Garibaldi con la via Torrente Trapani, è stata speronata da un’auto riportando lesioni così gravi da causarne il decesso poco più di 24 ore dopo.

Forestieri, che era alla guida dell’auto che ha investito Lorena, era stato condannato in primo grado a 11 anni per omicidio stradale e competizione non autorizzata. Gugliandolo, invece, aveva ricevuto una pena di 7 anni per competizione non autorizzata ed omissione di soccorso.

 

(729)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *