Messina. Minaccia di gettarsi nel vuoto dalla clinica Cristo Re

Cristo ReSi è recato alla clinica Cristo Re, ha salito i gradini delle scale antincendio che si trovano al lato della struttura e, arrampicandosi su una delle travi più alte, ha minacciato di lanciarsi nel vuoto. A spingere un 47enne messinese a compiere un gesto così disperato, la necessità di chiedere un incontro urgente con il sindaco Renato Accorinti, per parlare e cercare di risolvere la sua situazione di emergenza abitativa.

Sul posto sono intervenuti tempestivamente gli uomini della Polizia ed i Vigili del Fuoco. Hanno provato in tutti i modi a farlo scendere dalla quella trave così sottile da cui più volte ha rischiato di cadere. Un ruolo fondamentale in questa difficile opera di convincimento è stato giocato dai familiari e dagli amici del 47enne, accorsi non appena venuti a conoscenza delle intenzioni dell’uomo.

Lo hanno convinto a non togliersi la vita dopo circa un’ora, che è sembrata interminabile.

(519)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *