Messina. Furto di energia elettrica per il suo locale sporco e con i topi: arrestato 53enne

Nella giornata di ieri i poliziotti delle Volanti hanno arrestato il titolare di un panificio di Messina per il reato di furto di energia elettrica ai danni dell’E-Distribuzione. L’uomo, un messinese di 53 anni, aveva collegato quattro cavi abusivi alla linea della rete elettrica della pubblica via, danneggiandone il materiale isolante. Una condotta che l’uomo aveva già ripetuto nel 2014, quando era stato già denunciato per fatti analoghi.

Durante un controllo presso l’esercizio commerciale, la Polizia ed il personale Enel, hanno appurato come l’uomo fosse riuscito ad “abbattere” i costi del consumo di luce: forno, cella frigo e luci nel locale funzionanti a pieno ritmo con un contatore disattivato. I poliziotti hanno proceduto all’arresto del titolare per furto di energia elettrica e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, lo hanno sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo previsto per la giornata odierna.

Le verifiche effettuate grazie alla collaborazione della Sezione Annona della Polizia Municipale e dei tecnici alimentari del Servizio Igiene Alimenti e Nutrienti hanno inoltre fatto emergere l’assenza di autorizzazioni a svolgere l’attività in questione, nonché condizioni igienico sanitarie del tutto inadeguate. Riscontrata pure la presenza di ratti. In attesa di ulteriori provvedimenti, si è pertanto proceduto ad elevare sanzioni pari a circa 16.000,00 euro.

Nella stessa giornata, i poliziotti hanno effettuato controlli presso altre attività commerciali della zona sud di Messina riscontrando anomalie e violazioni a quanto previsto dalla normativa, irrogando complessivamente sanzioni per 23.821,00 euro.

Fonte: Questura di Messina

(6354)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *