Messina. Controlli a Fondo fucile, Bordonaro, Giostra: 1 arresto e 6 denunce

Foto di un poliziotto mentre imbraccia un fucileFondo fucile, Bordonaro, Giostra e Centro Storico: sono queste le aree passate al setaccio dalle volanti della Questura di Messina, nell’ambito del progetto “Quartieri Sicuri”.

Sono 307 le persone sottoposte a controllo e 163 i veicoli controllati.

Una persona arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente: l’egiziano Naji Mahammed trovato in possesso di circa 7 grammi di marijuana e 3 grammi di hashish prontamente sequestrate. Un’altra quella segnalata per detenzione ad uso personale.

Oltre all’arresto per spaccio, 6 denunce: due per evasione dalla detenzione domiciliare; una per violazione di domicilio; un’altra per violazione degli obblighi imposti con la sorveglianza speciale.

Ed ancora resistenza a pubblico ufficiale, in un caso anche con lesioni e minacce, e guida in stato di ebrezza le condotte che hanno portato gli agenti di polizia a denunciare due giovani messinesi fermati, in pieno centro cittadino, dalle volanti in evidente stato di alterazione alcolica durante la guida pericolosa ed a velocità sostenuta.

Foto di repertorio, controlli della Polizia sul territorioOltre ai controlli sul territorio, la Polizia ha eseguito 60 verifiche nei confronti di soggetti destinatari di misure preventive, sequestrato 5 autoveicoli e contestato 10 violazioni al codice della strada.

Identificato, poi, anche un caso di maltrattamento fra le mura familiari che ha portato all’allontanamento dall’abitazione – con divieto di avvicinamento – nei confronti di un giovane che perseguitava la povera madre convivente. La donna era continuamente sottoposta ad offese, aggressioni fisiche e verbali che la costringevano a vivere in un perenne stato di frustrazione ed umiliazione.

La prevenzione passa dall’intensificazione dell’attività di monitoraggio della città e dei suoi quartieri ma anche dall’informazione indirizzata soprattutto, ma non solo, alle future generazioni.

E ieri a conclusione del progetto iniziato lo scorso mese “PretendiamoLegalità: a scuola con il Commissario Mascherpa”  l’ultimo incontro con gli studenti, provenienti da Furci Siculo e Taormina,  dell’Istituto Superiore Salvatore Pugliatti. Tanti ragazzi ed altrettanti docenti per parlare di legalità ricordando la figura di Boris Giuliano.

Il prossimo appuntamento è il 4 aprile, al Teatro Vittorio Emanuele, con tutte le scuole che hanno aderito al concorso per presentare ed illustrare i vari elaborati realizzati dai ragazzi.

I più belli saranno premiati in occasione della festa della Polizia che si terrà il 10 di aprile.

(706)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *