Nel 2014 era stato autore di una rapina, oggi la condanna a 4 anni e 6 mesi di reclusione

Foto frontale pattuglia dei CarabinieriMessina. Condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione un pregiudicato messinese per rapina aggravata in concorso e detenzioni a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel primo pomeriggio di ieri, 1 febbraio, i Carabinieri della Stazione di Gazzi hanno arrestato S.E, pregiudicato messinese classe 1997, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina.

Il ragazzo è stato riconosciuto colpevole dei reati di “rapina aggravata in concorso e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti ” e dovrà, dunque, scontare la pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione.

I fatti di cui il pregiudicato si è reso responsabile risalgono al dicembre 2014, quando il giovane, allora appena 17enne, aveva perpetrato una rapina ai danni di un automobilista in concorso con altri complici.

Le immediate indagini dei carabinieri avevano permesso d’individuare  i responsabili, circostanza in cui S.E., nel corso di una perquisizione domiciliare utile a rintracciare la refurtiva, fu anche trovato in possesso di un notevole quantitativo di marijuana nonché di un bilancino di precisione.

Dopo le formalità di rito, il giovane è stato tradotto presso l’istituto di detenzione minorile di Acireale,  come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

(310)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *