Maltrattamenti, lesioni ed estorsioni ai danni di un pensionato. Arrestata 57enne messinese

Foto dell'auto dei Carabinieri vista di profiloMaltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate, rapina ed estorsione. Sono questi reati commessi da una 57enne messinese, arrestata dai Carabienieri della Stazione di Tremestieri. La sua vittima un pensionato di 66 anni. L’uomo l’aveva ospitata in casa sua per alcuni insieme al compagno, suo cugino, ma non avrebbe mai immaginato che questa convivenza si sarebbe trasformata in una vera e propria prigionia.

L’uomo, infatti, è stato vittima di continui maltrattamenti ed aggressioni da parte della donna. Continue anche le richieste di denaro nonché richieste di denaro, che lo hanno costretto a consegnare alla sua aguzzina piccole somme prelevate dal proprio libretto postale ed un telefono cellulare.

Ma la donna non si è fermata qui. L’indifeso pensionato è stato addirittura costretto a dormire per terra ed a lasciare il suo letto alla donna ed al con il compagno. Numerose anche le violenze fisiche. Per far capire alla sua vittima chi era la nuova “padrona di casa” la 57enne lo ha colpito alla testa con un bastone.

La violenza inaudita ha costretto il malcapitato ad abbandonare la propria abitazione ed a trovare rifugio da una parente, fino al momento in cui ha deciso di denunciare le violenze ed i soprusi subiti.

Gli uomini dell’Arma, coordinati dall’Ufficio di Procura,  hanno ricostruito l’interra vicenda e adesso per la 57enne  si sono spalancate le porte del carcere di Gazzi.

(604)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *