Lite all’Autogrill, 62enne massacrato di botte. E’ in prognosi riservata

aggressioneQuarantadue anni l’aggressore, 62 la vittima. Vent’anni di differenza che non hanno fermato la furia di M.F., infermiere di Acquedolci, arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio. I fatti risalgono alla notte tra il 25 e il 26 dicembre, i due uomini si sono incontrati all’interno dell’Autogrill di Acquedolci lungo l’autostrada A20 Messina – Palermo, iniziando probabilmente un’accesa discussione.

All’improvviso il 42enne è passato dalle parole ai fatti, iniziando a picchiare con calci e pugni la vittima fino a lasciarla a terra priva di sensi. Il 62enne è stato trasportato all’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto con un trauma cranico, la frattura del setto nasale e di alcune vertebre. L’uomo si trova attualmente in prognosi riservata.

L’aggressore, invece, è stato prontamente rintracciato dai Carabinieri di Acquedolci e trattenuto in regime di arresti domiciliari.

 

 

(1531)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *