Interrogatori “Corsi d’oro”: tra gli indagati vige la regola del “non rispondere”

tribunale-messina 1Sono durati l’intera mattinata gli interrogatori degli indagati della inchiesta Corsi d’oro. Davanti al gip Giovanni De Marco, presenti il procuratore aggiunto Sebastiano Ardita, i sostituti procuratori Fabrizio Monaco, Camillo Falvo e Antonio Carchietti, molti si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Tra questi Chiara Schirò, moglie di Francantonio Genovese, che fa capo all’ente di formazione Lumen ( uno dei tre sotto i riflettori della magistratura),  Daniela D’Urso, (Ancol) moglie di Giuseppe Buzzanca;  Elio Sauta, presidente dell’Aram, e Grazia Feliciotto, moglie di Sauta, che risulta amministratrice di alcune delle società “satelliti” collegate ai 3 enti.
Adesso sarà pioggia di ricorsi al Tribunale del Riesame.

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *