Incendio bypass, l’Amam sospende l’erogazione idrica. Inizia l’emergenza

rubinetto secco per nuovoIl peggio è arrivato, dalle 5 di questa mattina è nuova emergenza idrica: Messina rimane ancora senz’acqua. Le fiamme di un incendio hanno distrutto il ‘provvedimento tampone’, vale a dire i 4 tubi che  furono collocati lo scorso novembre alla condotta di Calatabiano,  per consentire alla città di avere l’acqua, la cui erogazione era stata interrotta a causa di una frana.

Erano giorni che si temeva questo pericolo, da quando i vasti incendi verificatisi in zona minacciavano il by pass del Fiumefreddo.

Intanto l’Amam, ha sospeso l’erogazione idrica, in attesa di attivare il by pass con l’Alcantara realizzato a Furci Siculo , che ha comunque una portata minima di neanche 200 litri al secondo.

Sul posto i tecnici dell’azienda di Viale Giostra per valutare l’entità del danno, insieme ai Carabinieri. Secondo le prime ricostruzioni sarebbero stati appiccati due focolai nei pressi del cantiere, probabile quindi l’ipotesi dolosa.

Intanto, Palazzo Zanca ha attivato il Centro Operativo Comunale per gestire la nuova emergenza.

(3095)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *