I Carabinieri scoprono un deposito di ornamenti funerari rubati al cimitero comunale di Merì

SONY DSCI Carabinieri della stazione di Merì hanno rinvenuto, nel greto del torrente Mela, ben 60 vasi funerari in ottone, rame e bronzo provento di svariati furti verificatisi all’interno del cimitero comunale di Merì nei giorni scorsi.
I militari, ai quali il Comune di Merì aveva segnalato l’avvenuto furto di svariati ornamenti funerari in materiale pregiato, hanno immediatamente avviato battute di ricerca in tutto il territorio limitrofo al fine di recuperare la refurtiva. Le indagini hanno permesso di scoprire un vero e proprio deposito di metalli pregiati sottratti dai cosiddetti “predoni dell’oro rosso”, sul greto del torrente Mela. Occultato in un anfratto del greto, sotto terreno e materiale di risulta, i Carabinieri hanno scoperto un deposito di vasi da fiori ma anche numerose bobine di rame per un totale di quasi 700 chilogrammi di materiale pregiato.
Sono in corso ulteriori accertamenti investigativi per verificare la provenienza della refurtiva.
Nei prossimi giorni i Carabinieri di Merì, rintracciati i legittimi proprietari, provvederanno alla restituzione dei vasi funebri.

(406)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *