Furti, truffe, rapine: la classifica dei reati più commessi a Messina

foto della volante della PolizaFurti, truffe, rapine: in occasione del 167esimo Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, la Questura di Messina ha reso pubblici i dati dei risultati ottenuti tra aprile 2018 e aprile 2019 nonché l’elenco delle infrazioni e dei reati maggiormente commessi tra città e provincia.

In 12 mesi, la Polizia di Stato di Messina ha arrestato 268 persone, accusate di diversi reati. Tra i più commessi i furti (917) che scalano la classifica di quest’anno posizionandosi in cima, seguiti da truffe e frodi informatiche (307) e i danneggiamenti (222)

Ma ecco l’elenco dei delitti commessi a Messina tra aprile 2018 e aprile 2019:

  • Furti – 917;
  • Truffe e frodi informatiche – 307;
  • Danneggiamenti – 222;
  • Lesioni dolose – 126;
  • Rapine – 60;
  • Danneggiamenti seguiti da incendio – 43;
  • Estorsioni – 28;
  • Ricettazione – 20;
  • Violenze sessuali – 12;
  • Omicidi tentati – 4;
  • Omicidi – 2.

In totale, ha reso noto la Questura, sono stati eseguiti 268 arresti, mentre ci sono 840 persone denunciate in stato di libertà.

Nel corso delle attività di controllo, infine, sono stati, appunto, controllati 125.606 veicoli, identificate 142.798 persone. Questo alla luce di 25.200 posti di controllo effettuati e 14.202 controlli domiciliari a persone sottoposte a misure di prevenzione, di sicurezza, cautelari e misure alternative alla detenzione.

(174)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *