Furti all’interno del Policlinico: arrestato pregiudicato messinese

Foto della poliziaLa Polizia di Messina ha arrestato un pregiudicato di 57 anni, dopo una rocambolesca fuga a bordo di un’auto rubata fra le vie di Fondo Fucile.

A finire in carcere è Costantino Bertolone, messinese già noto alle forze dell’ordine, che è stato fermato e arrestato dai poliziotti delle Volanti dopo aver rubato un veicolo all’interno del Policlinico di Messina.

Tempestivo l’intervento degli agenti di Polizia che, dopo aver ricevuto segnalazione del furto e avvalendosi dell’allarme satellitare del mezzo, hanno individuato nella zona di Fondo Fucile l’auto rubata.

Bertolone, vistosi braccato dalle Volanti della Polizia, ha tentato una serie di manovre spericolate nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Durante il tentativo di fuga, il pregiudicato, ha travolto alcune macchine parcheggiate e investito un agente, che ha riportato lievi lesioni.

L’uomo dopo essere stato fermato, per evitare di essere ammanettato, ha estratto una siringa sporca di sangue e l’ha puntata contro i poliziotti gridando, a gran voce, di essere malato. Nonostante questo tentativo di resistenza gli agenti l’hanno bloccato e arrestato.

Dagli accertamenti eseguito dopo l’arresto è stato possibile verificare che il 57enne è, altresì, responsabile di una serie di furti consumati all’interno del Policlinico di Messina: diversi medicinali, asportato da uno dei reparti del nosocomio locale, e una somma di denaro trafugata dagli armadietti personali dei medici.

Infine, a seguito di perquisizione personale, l’uomo è stato trovato in possesso anche di un telefono cellulare rubato, il giorno prima, ad un paziente ricoverato all’ospedale Papardo.

Costantino Bertolone, dopo gli accertamenti medici in ospedale, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato tradotto alla casa circondariale di Messina Gazzi: dovrà rispondere di furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.

(759)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *