Estorce denaro ai familiari per giocare alle slot machine ed acquistare droga. Arrestato 30enne

Foto dell'auto dei carabinieri vista di latoEstorsione aggravata e rapina, maltrattamenti in famiglia e violenza privata. Di questo è accusato un 30enne di Falcone, arrestato ieri dai Carabinieri della Stazione locale. Le manette sono scattate alla fine di una complessa indagine avviata dai militari nel maggio 2018 che ha permesso di accertare come il giovane si sia fatto consegnare, in più soluzioni, la somma contante di oltre 2 mila euro dagli anziani genitori e dalla sorella. Il denaro serviva per giocare alle slot machine ed acquistare sostanze stupefacenti.

Le richieste di denaro venivano effettuate attraverso reiterati episodi di minacce di morte, anche con l’utilizzo di armi (bastoni in legno), e violenza che hanno causato nelle vittime un perdurante stato di ansia e timore per la propria incolumità. In varie circostanze, l’arrestato, pur di ottenere il suo obiettivo, strattonava e spintonava i familiari, chiedendogli anche piccole somme in denaro (5 o 10 Euro).

L’indagine ha documentato inoltre che i familiari erano arrivati anche al punto, non avendo disponibilità economica tale da poter soddisfare le continue richieste di soldi del figlio, di implorare prestiti di denaro a persone esterne al proprio nucleo familiare, senza ottenerlo.

Nella serata di ieri, i militari della Stazione di Falcone hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Patti, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione.

Fonte: Legione Carabinieri “Sicilia” – Comando Provinciale di Messina

(409)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *