Corsi d’oro: i 10 indagati oggi dovranno rispondere al gip

tribunale severaCominciano oggi gli interrogatori dei 10 indagati della operazione “Corsi d’oro”, l’inchiesta che ha “scavato” nel mondo della Formazione messinese. Dovranno rispondere al gip Giovanni De Marco dell’accusa, a vario titolo contestata, di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ed al peculato per il conseguimento di finanziamenti pubblici per progetti formativi con il coinvolgimento di tre centri di formazione professionale di Messina: Aram, Ancol, Lumen. Enti che, a detta dell’accusa, avrebbero ottenuto, con illeciti, finanziamenti regionali  decine e decine di milioni di euro.
Saranno interrogati: Chiara Schirò, moglie di Francantonio Genovese, deputato nazionale del Partito democratico ed ex sindaco di Messina; Daniela D’Urso, moglie di Giuseppe Buzzanca, ex deputato regionale del PdL, ex sindaco di Messina; Elio Sauta; sua moglie, Graziella Feliciotto; Melino Capone, ex assessore comunale della giunta Buzzanca; Suo Fratello, Natale Capone; Giuseppe Caliri; Concetta Cannavò; Natale Lo Presti; Nicola Bartolone.
Tra gli illeciti alla base della tesi d’accusa della procura messinese, l’utilizzo del metodo della sovrafatturazione e del subaffitto per ottenere i milionari finanziamenti della Regione.
L’inchiesta è stata avviata dal procuratore aggiunto Sebastiano Ardita e dai sostituti procuratori Fabrizio Monaco, Camillo Falvo e Antonio Carchietti.

(44)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *