Concerto di Tiziano Ferro a Messina: 9 denunce e oltre 500 capi contraffati sequestrati

concerto Tiziano FerroErano oltre 35.000 gli spettatori presenti a Messina per l’unica tappa siciliana del Tour 2017 di Tiziano Ferro, un’occasione decisamente ghiotta per chi vuole guadagnare illecitamente su questo genere di eventi.

Moltissimi i controlli eseguiti, già a partire da alcune ore prima dell’inizio dell’importante evento musicale, dalle Fiamme Gialle in una vasta area che comprendeva sia le vie di accesso allo stadio San Filippo che le zone adiacenti l’impianto sportivo.

In occasione della tappa messinese i militari della Guardia di Finanza hanno eseguito uno specifico piano anti-contraffazione, di concerto con la locale Prefettura e Questura. Questo ha portato alla denuncia, per vendita di merce contraffatta, nove persone di età compresa tra i 35 ed i 50 anni, tutte provenienti dalla Campania.

Sequestrati circa cinquecento capi contraffatti, sciarpe, fascette e bracciali, riportanti illegalmente il logo di Tiziano Ferro.

L’ingente attività di controllo ha poi consentito alle Fiamme Gialle di individuare otto venditori non autorizzati di accessori vari e contestando violazioni amministrative per oltre 12.000 euro.

Sempre in occasione del concerto di Tiziano Ferro sono state accertate cinque violazioni per il mancato rilascio dello scontrino fiscale ed è stato individuato e sanzionato un parcheggiatore abusivo. Sanzioni che si aggiungono agli arresti per estorsione operati durante il concerto.

Costante dunque l’impegno profuso dalla Guardia di Finanza a presidio della legalità nel delicato settore della contraffazione e dell’abusivismo commerciale.

(152)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *