Casi di brucellosi e scattano i controlli. Sequestrato caseificio clandestino a Barcellona

caseificio clandestinoUn uomo di 54 anni, F. N., di Barcellona è stato denunciato dalla Guardia di Finanza per aver gestito un caseificio clandestino che non rispondeva ad alcuna norma igienica del settore. A portare ai controlli e al sequestro, alcuni casi di brucellosi umana presentati all’ospedale Cutroni Zodda.

Il proprietario è stato, inoltre, denunciato per macellazione clandestina e inquinamento ambientale, avendo riversato nel suolo i materiale di scarto senza alcuna autorizzazione. All’interno della struttura la GdF ha rinvenuto e sequestrato  500 Kg di prodotti caseari. Questi ultimi, non etichettati e privi della tracciabilità, erano mal conservati e non rispettavano le vigenti norme sanitarie in materia. 

(101)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *