Associazione mafiosa. 55enne deve scontare 2 anni e 11 mesi di carcere

Foto dell'auto dei carabinieri vista di profilo

Deve scontare la pena residua di due anni e undici mesi di reclusione in carcere per il reato di associazione mafiosa.

Così i Carabinieri della Stazione di Barcellona hanno arrestato, Puliafito Santo, 55enne barcellonese. Le manette sono scattate su disposizione della Procura Generale presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria.

Il provvedimento scaturisce da una pregressa attività d’indagine denominata “Mustra”, condotta nel 2012 dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Barcellona. L’inchiesta ha dimostrato l’intraneità di Puliafito a locale consorteria dei “barcellonesi”, mettendo in luce la sua diretta partecipazione a un episodio di violenza e danneggiamento, sfociato in gravi lesioni personali nei confronti di imprenditore locale, con l’aggravante del metodo mafioso.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale Madia di Barcellona Pozzo di Gotto.

(262)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *