Allarme su un vaccino antinfluenzale. Il Ministero ritira i due più venduti in Italia. A Messina farmacisti ignari del provvedimento

farmacistiRitirate circa un milione di dosi di vaccino antinfluenzale in tutta Italia. E’ quanto stabilito dal ministero della Salute dopo la segnalazione della azienda farmaceutica Crucell che ha riscontrato in alcuni test potenziali pericoli per la salute in due lotti del suo farmaco,inflexal e isiflu, portando cosi’ alla decisione di ritirare l’intera produzione. L’azienda e’ la quinta in Italia per produzione di vaccini contro l’influenza, e copre circa il 10 per cento dell’intero fabbisogno, che ammonta a 10-12 milioni di dosi totali
Il ministero in ogni caso sta conducendo una ricognizione regione per regione per stabilire il numero esatto delle doti ritirate. A Messina, in particolare, la banca dati di Federfarma non riscontra alcun provvedimento che imponga il divieto ministeriale di vendita del prodotto. Vale a dire se una farmacia dovesse comunicare l’avvenuta fornitura dei farmaci ritirati dal mercato non ci sarebbe alcun intoppo alla vendita. Inflexal e Isiflu,che per anni hanno rappresentato l’eccellenza dei vaccini in Italia, sono utilizzati anche per uso ospedaliero.Attualmente, come risulta a Federfarma, lo sono ancora nelle strutture ospedaliere messinesi. Pare, invece, che entrambi i farmaci non siano più nelle giacenze delle farmacie cittadine, ma i titolari non sanno il perchè del ritiro dal commercio del prodotto. Intanto, sul fronte nazionale, le altre aziende farmaceutiche, tutte ben piu’ grandi della stessa Crucell, si sono gia’ attivate per colmare il “buco” lasciato dal ritiro di questo milione di dosi: una in particolare gia’ in nottata ha assicurato da sola la fornitura di ulteriori 250.000 dosi di vaccino. Gia’ nelle prossime ore, al massimo entro qualche giorno, si conta di colmare completamente la perdita, tornando alla cifra ottimale di dieci milioni di dosi disponibili, e causando quindi un rallentamento minimo nella fornitura di vaccini ad Asl e farmacie.

(64)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *