Affetti da distrofia muscolare: Nemo Sud a Lipari incontra i 4 fratelli

nemoUn caso particolare che merita attenzione. È per questa ragione che su richiesta dell’Asp di Messina e del Comune di Lipari, venerdì 26 luglio, un’équipe del Centro Clinico Nemo Sud si recherà eccezionalmente a casa dei fratelli Biviano, affetti da una malattia neuromuscolare per valutarne le condizioni psico-fisiche e tracciare il migliore percorso terapeutico.

Palmina, Elena, Sandro e Marco Biviano, rispettivamente 41, 36, 35 e 31 anni, sono fratelli e vivono nella frazione di Pianoconte, Comune di Lipari, sono tutti affetti da distrofia muscolare facio-scapolo-omerale. L’Avvocato Giancarlo Niutta dell’Asp di Messina e delegato dal Sindaco di Lipari ha chiesto un intervento del Centro Clinico Nemo Sud, e sui fratelli Biviano ha detto: «Sono dei guerrieri che intendono vivere e non sopravvivere», ma che, impossibilitati a lasciare Lipari, hanno bisogno di un consulto medico specialistico.

Il Professore Giuseppe Vita, Direttore Clinico del Centro, ha risposto a questa richiesta in modo propositivo: «Si tratta di quattro fratelli affetti tutti dalla stessa patologia i quali non possono spostarsi dall’isola. Una situazione del tutto eccezionale che merita la nostra attenzione. Il 26 luglio, insieme a un’équipe del Centro, mi recherò a Lipari per programmare il percorso diagnostico-terapeutico più opportuno che si avvarrà sicuramente di successive visite o ricoveri al Nemo Sud. A questo proposito avremo modo di confrontarci con il Rag. Marco Giorgianni Sindaco di Lipari e il Dottor Magistri, Commissario straordinario dell’Asp Messina, al fine di trovare le migliori soluzioni per sostenere questa famiglia. Il Centro con piacere accoglie l’invito fatto dall’Asp alla luce delle informazioni pervenuteci che giustificano l’eccezionalità di questo nostro intervento». Tra i promotori del Centro vi é il Dottor Giuseppe Pecoraro, Commissario Straordinario Aou “G. Martino” di Messina: «L’idea di creare un centro specializzato come Nemo Sud all’interno dell’Aou “G. Martino” è nata dalla consapevolezza che fosse necessario creare sul territorio una struttura a servizio della comunità, in grado di soddisfare quella richiesta di salute e, soprattutto di trattamento, espressa ancor di più da chi è affetto da malattie neuromuscolari spesso invalidanti. Questa iniziativa è una dimostrazione tangibile di come tale obiettivo sia stato raggiunto. Il Nemo Sud si apre, dunque, al territorio e l’assistenza raggiunge chi ha più bisogno fornendo aiuto con personale qualificato e con risorse tecnologiche».

(44)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *