“Valutazione ambientale strategica”: un convegno sullo sviluppo sostenibile

ordine degli ingegneriL’Ordine Ingegneri, in collaborazione con Università degli Studi di Messina Dipartimento  di Fisica e di Scienze della Terra e l’Alto Patrocinio dell’ Assessorato Territorio ed  Ambiente,  dell’ Arpa Sicilia, della Consulta Regionale degli Ingegneri, del Consiglio Nazionale degli Ingegneri  e della Sezione Sicilia della Società Italiana di Geologia Ambientale, organizza un seminario su “La Valutazione Ambientale Strategica: strumento per lo Sviluppo Sostenibile” che si svolgerà Venerdì 13 marzo dalle 15.00 alle 19.30 al Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

Il seminario vedrà gli interventi di esperti Nazionali e Regionali sul tema della valutazioni ambientali a partire dall’architetto Paola Andreolini che dal 1996 collabora con il Ministero dell’Ambiente per le Valutazioni Ambientali, del dott. Carmelo D’Agostino dell’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente, dell’ Ing. Maurizio Erbicella progettista e redattore di Piani Urbanistici e Componente del Osservatorio Regionale del Paesaggio, del prof. Giovanni Randazzo dell’Università di Messina e di Salvatore Scuto, soprintendente BB.CC.AA. della Provincia di Messina.

Tale Sessione sulla Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) è la prima di una serie di incontri che verranno svolti secondo un percorso che vedrà approfondimenti anche sulla Valutazione di Incidenza Ambientale (V.inc.A), sulla Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.)/I.P.P.C. e sul Metodo Dpsir quale Strumento di analisi ambientale applicabili a fini gestionali.

Nello specifico del Seminario del 13 marzo 2015, si tratterà come detto, della Valutazione Ambientale Strategica, cioè “La valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente naturale”, introdotta nella legislazione della Comunità Europea con la Direttiva 2001/42/CE, nota Direttiva Vas (Valutazione Ambientale Strategica), è entrata in vigore il 21 luglio 2001 e rappresenta un importante contributo all’attuazione delle strategie comunitarie per lo sviluppo sostenibile, rendendo operativa l’integrazione della dimensione ambientale nei processi decisionali strategici. L’applicazione della Vas, attraverso le specifiche componenti del processo, quali la verifica di sostenibilità degli obiettivi di piano, l’analisi degli impatti ambientali significativi delle misure di piano, la costruzione e la valutazione delle ragionevoli alternative, la partecipazione al processo dei soggetti interessati e il monitoraggio delle performances ambientali del piano, rappresenta uno strumento di supporto sia per il proponente sia per il decisore nell’ottica di definire indirizzi e scelte di pianificazione sostenibile. In questo quadro, si inserisce questo ciclo di seminari multidisciplinari finalizzati a fornire ai professionisti nuovi strumenti per inserirsi in questo nuovo scenario operativo. La Procedura di Vas oggi in Sicilia regolata dal D.P. 8 luglio 2014, n. 23 (Regolamento della valutazione ambientale strategica (Vas) di piani e programmi nel territorio della Regione siciliana. (Art. 59, l.r. 14 maggio 2009, n. 6, così come modificato dall’art. 11, comma 41, della l.r. 9 maggio 2012, n. 26.). G.U.R.S. 19 settembre 2014, n. 39. (G.U. 8 novembre 2014, n. 44)), intervenendo in maniera anche incisiva sulla Pianificazione Territoriale ed Urbanistica porta gli strumenti italiani ad arricchirsi di due principi fondamentali.

Il primo, legato alla partecipazione pubblica e il secondo relativo al controllo degli effetti previsti, arricchendo  lo strumento urbanistico di alcuni obiettivi derivati dall’attuale gravissimo contesto di degrado ambientale, che negli ultimi anni è diventato evidente con la pubblicazione di studi e documenti specifici anche nella nostra realtà territoriale.

(63)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *