Unime vincitrice del bando Farmina pet foods per l’alimentazione dei cani guida

cani guidaInnovazione scientifica e attenzione per il sociale si fondono nel progetto messo a punto dall’Università di Messina e che riguarda l’alimentazione specifica dei cani da utilità, in particolare quelli destinati agli ipovedenti. Di seguito il comunicato stampa inviato dall’Università di Messina:

“Farmina Pet Foods, leader mondiale nella produzione degli alimenti per cani e gatti sceglie l’innovazione scientifica dell’Università degli Studi di Messina per realizzare linee di alimenti funzionali, unendo in questo caso l’impegno nel sociale. Il team di nutrizionisti, fisiologi, parassitologi e clinici veterinari, guidato dalla prof.ssa Biagina Chiofalo, docente di Nutrizione e Alimentazione Animale, ha infatti messo a punto una proposta progettuale che è stata selezionata da un Comitato Scientifico Europeo del Farmina Vet Research, composto da professionisti di primissimo livello, per “l’innovazione della proposta scientifica, il rigore metodologico e l’attenzione al benessere dei soggetti che ne faranno parte”.

Il progetto coinvolge il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università e, quale partner, il Centro Regionale Helen Keller dell’Unione Italiana Ciechi.

L’Università di Messina ha vinto – unica in Italia – il bando europeo con un progetto che prevede la valutazione di specifici ed innovativi piani nutrizionali per cani da utilità, specificatamente per i cani da lavoro addestrati per le persone ipovedenti, puntando l’attenzione sulle condizioni dei cani coinvolti, i quali verranno costantemente seguiti dal personale dell’Unità di Produzione Animale e dell’Ospedale Veterinario Didattico presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie e presso il Centro Helen Keller”.

(31)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *