Tremestieri. A Roma si parla di poteri speciali per risolvere le difficoltà

tremestieri dragaggioAl vertice di Roma di ieri, che ha affrontato l’annoso problema degli insabbiamenti del porto di Tremestieri, il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, non c’era. Erano presenti, però, Vincenzo Garofalo, recentemente nominato esperto del Ministro per l’analisi delle problematiche inerenti la realizzazione delle opere infrastrutturali delle regioni del Sud;  il sindaco Renato Accorinti; l’assessore alle Risorse del Mare, Sebastiano Pino; il presidente dell’Autorità portuale, Antonino De Simone,  e il segretario generale Francesco Di Sarcina.

L’incontro, tenutosi nella sede del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, è servito a sottoporre all’attenzione del governo nazionale la questione urgente degli approdi di Tremestieri, nuovamente fuori uso dallo scorso 21 febbraio. Una condizione incresciosa che ha determinato il passaggio dei tir nel centro urbano e ha suscitato non poche polemiche.

Non si è ancora arrivati a soluzioni decisive ma si è discusso sulle possibili alternative per rimediare al danno, in attesa dell’eventuale avvio dei lavori per ampliare lo scalo a sud.

Per alleviare i disagi nell’immediato, l’Autorità ha proposto la soluzione temporanea della creazione di una barriera che fermi la sabbia a sud. Ma si è parlato anche di poteri speciali da concedere, per un anno, al  Primo cittadino messinese, e accelerare così tutta una serie di iter che con i poteri speciali erano iniziati per poi “insabbiarsi” al subentro di quelli ordinari. Per ottenere la concessione, però, è necessaria un’istruttoria da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che metta nero su bianco le motivazioni di carattere tecnico che giustifichino la richiesta.

Intanto, si pensa di affidare alla società danese Dhi uno studio sul porto. Lunedì, dovrebbe arrivare la draga, di cui ha fatto richiesta l’Autorità portuale, per eliminare la sabbia accumulata sul fondale.

Questa mattina, alle 11.30, il sindaco Accorinti e l’assessore Pino riceveranno, invece, a Palazzo Zanca il primo cittadino di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. Nel corso della riunione saranno trattati problematiche, iniziative e progetti relativi all’Area dello Stretto, con particolare attenzione sulla questione dei trasporti.

(87)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *