Torre Faro, la proposta di un’isola pedonale e il piano mobilità per l’estate

Pilone di Torre FaroUna proposta di isola pedonale a Torre Faro è arrivata sul tavolo dell’assessore alla Mobilità Gaetano Cacciola. Viene dal consigliere della VI circoscrizione Giuseppe Sanò, che chiede una chiusura delle strade a tempo, dalle 21 alle 24 a partire dal 15 giugno e fino al 15 settembre.
Se la proposta venisse accolta, quelle interessate alla pedonalizzazione sarebbero le vie Primo Palazzo, Nuova, Rando e  Firenze.
“L’idea di un’isola pedonale oraria deriva dalla volontà di non intralciare l’attività di quegli esercizi commerciali che vivono di acquisti di passaggio-spiega il consigliere Sanò in una nota-e per lo stesso motivo, le strade incluse non creano problemi ai negozi presenti in via Pozzo Giudeo e nelle zone limitrofe”. 
Basta vedere turisti e villeggianti fare slalom tra le auto, insomma. L’obiettivo è quello di permettere almeno la sera, di godere del bellissimo borgo marinaro in totale sicurezza. All’altezza delle intersezioni viarie coinvolte dovrebbero essere collocate delle transenne removibili e ed “è indispensabile-precisa Sanò- la presenza di Vigili Urbani a presidio della zona, oltre al rilascio dei pass ai residenti nelle aree interessate, step anche questo fondamentale”. 
L’isola pedonale rappresenterebbe il completamento della rivoluzione della mobilità, già in atto dal 2015 e che anche quest’anno è pronta a partire. Per il terzo anno consecutivo infatti, aprirà i battenti il 15 giugno il parcheggio di Torri Morandi e contemporaneamente scatteranno i posteggi a pagamento nell’area del Pilone.
Nessuna modifica, rispetto alle precedenti stagioni, subirà il costo. Per sostare un’ora negli stalli blu, i cittadini dovranno sborsare ben 2 euro. L’alternativa? Parcheggiare gratuitamente al “Torri Morandi” e pagare però 2 euro per usufruire del servizio navette, che faranno la spola tra lo stesso posteggio e la spiaggia, oppure, per i più atletici, andare a piedi.
Come gli anni passati, il  piano mobilità estivo prevederà anche il servizio notturno dei bus, pensato dall’Amministrazione comunale per alleviare i disagi derivanti dal traffico di auto  che nella bella stagione si concentra prevalentemente sulla litoranea, presa d’assalto dai giovani della movida. Saranno sei i mezzi Atm che circoleranno nella zona nord, uno in quella a sud.  Il servizio scatterà il primo luglio.

 

 

(169)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *