Tombini ostruiti e strade allagate: non bastano 30mila euro al Comune. Il mancato spazzamento la causa del disservizio

strada allagata messina 2014Dopo le piogge degli ultimi giorni e i disagi provocati dall’ostruzione dei tombini che hanno portato all’allagamento di molte strade, in particolare viale della Libertà e via La Farina, si è appreso oggi che ci sono soltanto 30mila euro a disposizione dell’amministrazione comunale che non bastano a risolvere il disservizio. 

La VII Commissione consiliare presieduta dal consigliere comunale, Carlo Cantali, si è riunita stamani a palazzo Zanca per incontrare il responsabile comunale della progettazione e direzione lavori opere di urbanizzazione e della manutenzione rete raccolta e smaltimento acque meteoriche, Massimo Pistorino, impegnato nel rifacimento della strada che collega il villaggio Gesso con la strada statale 113 crollata lo scorso febbraio. “Nel corso della seduta – evidenzia il consigliere Cantali – è stato riferito che sono in fase di ultimazione i rilievi nei terreni limitrofi e che nei primi giorni del mese di ottobre sarà completato il progetto esecutivo, in attesa di conoscere da dove attingere il finanziamento e la relativa entità. E’ stato evidenziato che le somme attualmente disponibili pari a 30 mila euro non sono sufficienti per affrontare l’annoso problema della pulizia dei tombini. Infattie è stato rilevato, a seguito di un sopralluogo svolto nelle ore successive alle recenti piogge, che parecchie griglie risultano ostruite da spazzatura e rifiuti. Pertanto – conclude il presidente della VII commissione – gli  allagamenti sono imputabili al mancato spazzamento delle strade interessate”. La Commissione è stata aggiornata a giovedì 11, alle ore 8,30 in prima convocazione, e alle 9,30 in seconda, alla presenza degli assessori alla Protezione civile, Filippo Cucinotta, e all’Urbanistica, Sergio De Cola.

(46)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *