Terna. Il Coordinamento Ambientale ringrazia il M5S. Critiche al Governo Regionale

tn terna1Sul piede di guerra il Coordinamento Ambientale Tutela del Tirreno che ringrazia la deputata Valentina Zafarana e il gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle per l’iniziativa intrapresa «in ordine all’inattività  del Governo Regionale — si legge in una nota — sulla questione Elettrodotto Terna Sorgente-Rizziconi, tratto aereo Villafranca-San Filippo del Mela».

«La Società Terna — scrive il Coordinamento — continua ad installare i mostruosi tralicci nella consapevolezza che nessun amministratore locale, nessun politico della Sicilia interviene a favore delle popolazioni e della salvaguardia del nostro territorio.

Abbiamo inondato l’Assessorato Regionale al Territorio di documenti che attestano l’irregolarità delle autorizzazioni perché in violazione di precise norme di legge; abbiamo esibito la documentazione fotografica che dimostra che Terna sta operando uno scempio nella vallata del Torrente Gallo nel silenzio, che diventa complicità, degli organi preposti».

«L’Assessore regionale — prosegue la nota — ha convocato i tavoli tecnici solo per non prendere decisioni che avrebbero potuto infastidire Terna; l’assessore Lo Bello, presente solo per pochi minuti, si è guardato bene dall’assumere ogni iniziativa atta a sospendere i lavori; la stessa non ha ancora dato risposta alle richieste della popolazione di Serro, frazione del Comune di Villafranca Tirrena fortemente penalizzata dal costruendo elettrodotto; l’Assessore al territorio e all’ambiente non ha inteso rispondere ai rilievi, continuamente proposti, contro le violazioni del Piano di Gestione della Zona di Protezione Speciale Monti Peloritani e del Piano Paesaggistico dell’Ambito 9».

«Ci chiediamo — conclude il Coordinamento Ambientale Tutela del Tirreno — perché l’Assessore, indifferente a una mozione votata quasi all’unanimità dall’Assemblea Regionale lo scorso 6 marzo, non abbia sentito il dovere morale di dimettersi. Ci chiediamo cosa significhi che il Presidente Crocetta è il Presidente di tutti i Siciliani se non riesce a dare risposte alle richieste democraticamente esposte dai cittadini, preoccupati unicamente per la propria salute e per la tutela dei loro habitat naturali su cui hanno riposto le loro prospettive di un futuro migliore per sé e per i propri figli. Sono domande che poniamo dal 13 gennaio alle quali il governo regionale ha risposto con l’ottenimento dello spostamento di qualche metro in uno dei comuni interessati».

(54)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *