Tari. Biancuzzo: «Posticipare a dicembre e agevolare con sgravi del 30% le famiglie disagiate»

tariOttobre, mese di Tari e pagamenti. I cittadini potranno scegliere se corrispondere l’intera cifra del tributo entro fine mese o rateizzare i pagamenti. C’è chi come il consigliere Mario Biancuzzo si rivolge al sindaco Renato Accorinti per suggerire di spostare il pagamento della tassa ottobrina al prossimo 31 dicembre.

Gli stessi disguidi verificatisi all’epoca della Tares, infatti, stanno creando confusione e disagi tra i messinesi. Ecco cosa evidenzia Biancuzzo: «In alcuni villaggi della riviera Nord, inspiegabilmente, non sono pervenuti i bollettini della Tari. La richiesta di posticipare arriva proprio per evitare di creare notevoli problemi ai cittadini che dovrebbero presentarsi agli uffici tributi di viale San Martino per il ritiro dei bollettini».

Il consigliere si spinge anche oltre: «Chiedo che venga approvata una delibera per agevolazioni del tributo per l’anno 2014, nei confronti dei nuclei familiari che si trovano in una situazione di disagio economico e sociale dimostrabile tramite Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente)».

Lo sgravio – secondo Biancuzzo – dovrebbe essere di almeno il 30%  per le famiglie che hanno un reddito Isee che va da 0 a 13.000 euro. L’applicazione – propone – dovrebbe avvenire in seguito alla richiesta e presentazione della documentazione necessaria ai Caf convenzionati con il Comune, entro il 30 novembre, «così – conclude – come si è verificato lo scorso anno per la Tares».

(66)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *