Al buio gli svincoli di Boccetta, Gazzi e Messina Centro: a rischio l’incolumità degli automobilisti

Foto dello svincolo autostradale Messina BoccettaGli svincoli autostradali di Boccetta, Gazzi e Messina Centro sono quasi totalmente al buio: sporadici punti di luce sono presenti solo nei tratti finali. L’assoluta mancanza di illuminazione mette gravemente a rischio l’incolumità degli automobilisti che quotidianamente percorrono le uscite principali della tangenziale di Messina.

La segnalazione giunge dal consigliere comunale Libero Gioveni che denuncia anche la presenza di una fitta vegetazione, in corrispondenza dei tratti in curva, che ostruisce la visuale degli automobilisti in transito.

«Non posso non esprimere la mia preoccupazione per le precarie condizioni della rampa in uscita di Messina Centro – spiega Libero Gioveni – a causa della viscidità dell’asfalto che alle prime gocce si trasforma in un pericoloso “pavimento saponato”». Il guardrail presente in quel tratto, peraltro, non è stato ancora rimesso in sicurezza dopo gli incidenti passati, non garantendo, così, una adeguata protezione della carreggiata.

«Anche nel viadotto Bordonaro – spiega il consigliere Gioveni – (ormai noto a livello nazionale per essere stato purtroppo teatro della morte di Provvidenza Grassi) i pericoli sono rappresentati da una serie di pali dell’illuminazione spenti in entrambe le direzioni di marcia, tanto da lasciare al buio in parecchi punti il tratto autostradale in questione».

Gioveni chiede, quindi, degli adeguati interventi di manutenzione da parte del CAS, Consorso Autostrade Sicilia, che mettano in sicurezza gli svincoli di Boccetta, Gazzi, Messina Centro e il viadotto Bordonaro.

Solo ripristinando l’impianto di pubblica illuminazione, scarificando e bitumando con materiale drenante e mettendo in sicurezza la barriera di protezione allo svincolo di Messina Centro si potrà garantire l’incolumità degli automobilisti che percorrono questi tratti autostradali.

 

(89)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *