Stop alle bancarelle nei litorali di Messina: l’ordinanza del sindaco De Luca

blitz del sindaco di messina cateno de luca a torre faro contro i venditori ambulanti abusiviContinuano le ordinanze del sindaco Cateno De Luca in vista dell’estate. Dopo lo stop di lunedì a mendicanti e lavavetri, oggi il primo cittadino ha messo la parola fine anche alle bancarelle sui litorali della zona Nord e Sud di Messina. Si tratta di un’ordinanza restrittiva, che stabilisce il divieto del commercio su aree pubbliche in forma itinerantenei.

L’ordinanza anti-bancarelle sarà valida per tutta la stagione estiva, dal 21 giugno al 21 settembre di ogni anno. Faranno eccezione le feste patronali, durante le quali gli aumbulanti potranno esercitare, ma soltanto dopo il rilascio di autorizzazioni temporanee, valide fino a un massimo di cinque giorni.

Le vie interessate

Il provvedimento di restrizione nei confronti delle bancarelle interessa le seguenti zone:

  • il lato nord della rotatoria di viale Annunziata e via Consolare Pompea SS113; le vie Lago Grande SP43 e SP46 a Ganzirri; le vie Palazzo, Torre Nuova, Fortino, Senatore Arena, Pozzo Giudeo a Torre Faro e SS113 sino all’incrocio con la strada che conduce al lido “Le Dune” di Mortelle;
  • il lato sud dall’incrocio SS114 con via Nazionale Santo Stefano Marina al ponte Torrente Briga.

Multe per chi non rispetta le regole

Chiunque non rispetti quanto disposto dall’ordinanza sarà soggetto alla sanzione amministrativa, che consiste nel pagamento, in misura ridotta, di 450 euro, con conseguente sequestro della merce e revoca della licenza.

(1148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *