Stalli disabili. Midolo: «Discutere il regolamento ma con i diretti interessati»

Stalli DisabiliSi riaccendono i riflettori sugli stalli disabili. Mario Midolo, portavoce del “Movimento peloritano democrazia disabile” concentra l’attenzione sul rispetto degli stalli riservati e la regolamentazione che li disciplina.

«L’ingegnere Pizzino – ha esordito il portavoce del Movimento peloritano democrazia disabile, Mario Midolo – disse tempo fa che i consiglieri comunali non avevano la competenza necessaria per proporre “regolamenti” riguardanti la viabilità poiché, di fatto, questi limitavano l’ “indipendenza” del suo ufficio. Il parere dell’Anci (Associazione dei Comuni) ha soltanto ribadito che, invece, i consiglieri comunali hanno questa facoltà.  L’Anci – ha evidenziato Midolo – non ha dato alla signora Fenech un lasciapassare che la autorizzi a pensare che la sua proposta sia obbligatoriamente accettabile anche perché oltre la sua, a luglio 2014, ne fu presentata un’altra da un “insieme” di associazioni di disabili che per la prima volta si trovarono uniti nel proporre qualcosa di costruttivo per loro stessi».

Il Movimento peloritano democrazia disabile ritiene, pertanto, che se proprio bisogna regolamentare questa materia è opportuno che la proposta di regolamento firmata dalla consigliera Fenech venga discussa e partecipata dai soggetti sui quali ricadranno le decisioni stesse.

«Come stabilito nell’audizione della relativa commissione nel dicembre 2014 – ha concluso Mario Midolo – deve essere trovata una posizione di equilibrio fra le posizioni della consigliera Fenech e quelle delle associazioni dei disabili nel loro complesso: ricordiamo infine all’ingegnere Pizzino che la stessa procedura di “ascolto” debba essere adottata anche per la nostra proposta e darci cosi modo di poter esporre le nostre motivazioni attraverso l’istituzione, più volte annunciata, di un tavolo tecnico che trovi la soluzione a questo delicato problema».

(91)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *