Sos acqua: il Comune dirama il numero, ma nessuno risponde. Santisi: “C’è stato un disguido”

downloadIncredibile. In tarda mattinata l’assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Messina ha istituito un numero di telefono per i casi di grave emergenza socio sanitaria che interessano anziani e disabili rimasti senz’acqua dallo scorso sabato. Tuttavia, al 335-6986510 non risponde nessuno da ore. La linea risulta irraggiungibile.

L’unica ad essere riuscita a ricevere un segnale di vita dall’altro lato della cornetta è Angela Rizzo, ex esperta del Sindaco ai Servizi Sociali. Ma la risposta ottenuta alle 12.10 è stata sconfortante: “mi hanno risposto di non sapere nulla – spiega Rizzo – evidentemente l’assessore Santisi ha preso questa decisione personalmente senza avvisare il relativo Dipartimento. L’assistente che ha risposto alla telefonata ha confessato di non essere a conoscenza del funzionamento della linea telefonica per casi di emergenza e dunque fuori l’orario di lavoro”.

Abbiamo riprovato a contattare il numero d’emergenza pochi minuti fa, risultato? Risponde ancora la segreteria a testimonianza che qualcuno ha deciso di spegnere il cellulare non essendo in grado di dare risposte alla cittadinanza.

Abbiamo contattato l’assessore ai Servizi Sociali Antonina Santisi per far luce sulla vicenda. “Avremmo dovuto specificare che il numero sarà utilizzabile soltanto a partire dalle 18 – spiega Santisi – in mattinata, subito dopo aver attivato la linea, siamo stati tempestati di telefonate da parte di cittadini che chiedevano le informazioni più svariate. E’ opportuno precisare che questo numero è rivolto soltanto a chi ha realmente un bisogno urgente e non può chiedere aiuto a parenti e amici. Mi riferisco ad anziani e disabili che potrebbero andare incontro ad ulteriori difficoltà durante l’emergenza idrica”.

E anche lo stesso Comune chiarisce la situazione con un nuovo comunicato stampa:

Si comunica che il numero telefonico precedentemente indicato (335-6986510) è riferito all’esclusiva reperibilità, a partire dalle ore 18, per i casi gravissimi di disagio sociale per anziani e disabili. Ciò nonostante al predetto numero sono pervenute, nel corso della giornata, numerose chiamate connesse all’emergenza idrica e non a quella sociale. Si rende pertanto opportuno precisare e ribadire che tale numero funge da supporto soltanto per situazioni di grave disagio per gli anziani e i disabili privi di sostegno familiare e per il suo tramite non potrà essere accolta alcuna richiesta di informazioni o di interventi relativamente all’emergenza idrica.

A.C.

(648)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *