Servizi sociali, dopo la protesta i capigruppo di centrosinistra: “Ennesima farsa”

consiglieri centrosinistra RifiutiDopo la protesta di ieri e lo stop dato dall’assessore Guido Signorino che ha annunciato le risorse per coprire le attività sociali nei prossimi mesi i capigruppo al Comune di centrosinistra, Giuseppe Santalco, Paolo David, Francesco Pagano e la presidente della commissione al Sociale, Donatella Sindoni, hanno scritto una nota in cui difendono la posizione del Consiglio che ha votato per le Entrate Tasi il trasferimento dei fondi. Ieri ci sono stati accesi momenti di confronto tra i lavoratori e gli esponenti politici:

“Oggi si è consumata l’ennesima farsa in materia di organizzazione e gestione dei Srvizi Sociali che ha visto l’Ass. Nino Mantineo ancora una volta impegnato a cercare di scaricare le proprie responsabilità politiche per lo stato di crisi dei servizi sul Consiglio Comunale.

Dall’incontro odierno , a cui hanno partecipato diversi Consiglieri Comunali e lavoratori dei servizi e della CGIL , è emerso chiaramente che l’Assessore era già da tempo a conoscenza della mancanza di fondi per circa 1,4 milioni di euro per poter svolgere l’attività per tutto il 2014 ed il tentativo maldestro di scaricare la responsabilità ai Consiglieri per la non individuazione delle somme prelevandole da quelle della TASI è stata smentita sia dal Dirigente che dal Vice Sindaco.

Difatti la mancanza di una seria programmazione dei servizi ha comportato l’attuale stato di crisi in cui , a pochi giorni dalle scadenze dei servizi,  solo il clamore dei lavoratori della CISL, della CGIL ed i richiami dei Consiglieri, hanno indotto il Vice Sindaco ad uscire all’ultimo minuto il coniglio dal cappello e, guarda caso,comunicandolo in diretta alla CGIL , mortificando il ruolo dell’Assessore che è stato completamente scavalcato  dalla sua stessa amministrazione.

Fra l’altro,se come dice l’Assessore Signorino “sono state trovate le risorse per le proroghe”, le stesse come mai si sono materializzate solo ora e non potevano essere recuperate dai residui o dal bilancio già dall’inizio del mese per evitare tutto il trambusto e le polemiche  di questi giorni?

Oggi i lavoratori finalmente hanno capito che il Consiglio non ha assolutamente alcuna responsabilità dal punto di vista dell’individuazione delle risorse per dei servizi che,  essendo storici ed essenziali , dovevano essere già previsti in bilancio a prescindere dalla TASI che è stata introdotta solo a maggio di quest’anno.

I sottoscritti  Capigruppo Consiglieri di Area PD denunciano il pressapochismo con cui l’Assessore Mantineo ha sin qui gestito i Servizi Sociali, senza portare in Consiglio una minima programmazione, né una nuova e diversa formulazione della gestione degli stessi.

Quindi  , preso atto dell’intervento del Vice Sindaco che in zona Cesarini ha trovato la soluzione finanziaria per una proroga di tutti i servizi per un paio di mesi, riteniamo che sia indispensabile che  , con la massima urgenza , l’Amministrazione presenti al Consiglio una seria programmazione dei servizi , già  peraltro richiesta dalla Presidenza della VI  Commissione, al fine di poter dare tranquillità ai cittadini che ne usufruiscono ed ai lavoratori, con l’impegno da parte di tutti i Consiglieri , oggi presenti con i lavoratori , di fare in modo,vista la programmazione proposta dalla Giunta, di finanziare le nuove gare per almeno tre anni impegnando il Bilancio Pluriennale, ma ciò lo si potrà fare solo attraverso un esame analitico che individui costi e servizi da espletare”.

 

(41)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *