Semafori ancora spenti: questa volta la responsabilità è dell’Enel

semaforo 3Fino a qualche settimana fa, la causa del malfunzionamento degli impianti semaforici negli incroci, più o meno importanti, della città, era la mancanza di una  società addetta alla manutenzione. Ma se qualcuno pensava che i problemi sarebbero stati risolti con l’affidamento dell’incarico ad una nuova ditta, si sbagliava di grosso.  Da qualche giorno, infatti, molti semafori sono tornati a non dare segni di vita, e stavolta la responsabilità sarebbe dell’Enel.

A darcene conferma il dirigente del Dipartimento Mobilità, Mario Pizzino. La società starebbe effettuando delle prove sulla rete elettrica e a risentire del distacco di energia sarebbero proprio i semafori. Insomma, per un motivo o per un altro, il traffico cittadino non scorre mai con tranquillità.

Tutto è cominciato quasi due mesi fa, quando, negli incroci nevralgici della città, il malfunzionamento dei semafori creava pericolo non solo per i pedoni esposti al rischio di qualche “svista” da parte di conducenti distratti, ma anche per il traffico che, nelle ore di punta, faceva fatica a decongestionarsi. La causa era la scadenza del contratto per la ditta addetta alla manutenzione e la mancata approvazione, da parte dell’Amministrazione, di un nuovo bando di gara.

La situazione è ritornata alla normalità appena 10 giorni fa, quando l’Amministrazione comunale ha affidato i lavori alla “Project Automation & Telecom”, per ripristinare gli impianti. Oggi ecco un nuovo problema all’orizzonte. La situazione dovrebbe tornare alla normalità in pochi giorni, sperando che l’ ”epopea” dei semafori in tilt termini qui.

Martina Zaccone

(117)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *