Scuole chiuse, il Comune dimentica la “Ettore Castronovo”

scuola-castronovo-300x209Non si spengono i riflettori sui problemi delle scuole messinesi, alcune  delle quali dichiarate inagibili e dunque precluse agli alunni. Sono passati ormai quasi due mesi da quel 5 settembre in cui, dopo le opportune indagini strutturali, i cancelli della “Ettore Castronovo” si sono chiusi su disposizione della Direzione territoriale del lavoro e oggi i consiglieri comunali Libero Gioveni e Claudio Cardile chiedono che la questione non cada nel dimenticatoio.

“Quale sarà il destino del plesso – si chiedono in consiglieri –  visto che sembra sia calato un silenzio tombale sulla a Castronovo?”

Nonostante la Dirigente    del   del 13° Istituto Comprensivo “Albino Luciani”  sia riuscita infatti a sistemare le 8 classi di scuola media nel principale plesso di Fondo Fucile, i genitori dei piccoli alunni, stanno  subendo non pochi disagi legati al trasporto casa-scuola e viceversa.  Gioveni e Cardile in una nota, sostengono di essere venuti a conoscenza dai dipartimenti interessati della disponibilità della somma di circa 380.000 euro, che poteva essere utilizzata anche per la scuola “Paino” di Gravitelli, anch’essa chiusa, per intervenire almeno in un’ala del plesso. “Dalle ultime indiscrezioni emerse in Commissione consiliare – continuano Gioveni e Cardile – sembrerebbe però che queste risorse siano state “girate” per l’esecuzione di interventi su altre scuole”.

“Lungi da noi il voler impedire o rallentare dei processi manutentivi o di adeguamento per altri importanti plessi – affermano Gioveni e Cardile –  ma non si può affatto accettare che questa Amministrazione subisca passivamente la chiusura di una scuola strategica e baricentrica come lo è  la “Castronovo” (che per altro risulta anche inserita nel piano comunale di protezione civile), che per dei popolosi villaggi come Bordonaro, Cumia e Santo Bordonaro rappresenta ancora oggi un insostituibile punto di riferimento per la formazione scolastica dei ragazzi. Non vorremmo, per altro, che il destino di questa scuola diventi simile a quello in cui è sprofondata la “Nicholas Green” di Valle degli Angeli, totalmente devastata dai vandali!”

“E’ necessario dunque conoscere – concludono i consiglieri –  se l’Amministrazione intenda avviare l’iter finalizzato all’esecuzione degli interventi strutturali sulla Ettore Castronovo di Bordonaro,  se siano state previste le somme opportune nel redigendo bilancio di previsione 2016 e quali siano i tempi per il recupero dell’importante struttura scolastica”.

 

 

 

 

 

 

 

(69)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *