Iniziano oggi i saldi invernali 2018: ecco come evitare fregature

img1024-700 dettaglio2 SALDI11

E’ ufficiale: oggi a Messina iniziano gli sconti. Ancora una volta scatta la corsa allo shopping sfrenato per i tanto attesi saldi invernali. In gran parte dell’Italia i mega sconti sono attivi già dal 2 gennaio ed ora è arrivato il turno della Sicilia.

Con le offerte promozionali sempre più frequenti durante l’anno e il successo delle vendite online a prezzi stracciati, i saldi stagionali hanno perso un po’ della loro magia. Nonostante ciò, rappresentano sempre un’ occasione imperdibile per acquistare tutto ciò che desideriamo a un prezzo vantaggioso.

Come spesso accade, fra la ricerca frenetica del vostro prossimo acquisto, le code infinite e il mare di gente che ogni anno invade le arterie principali della città, non è difficile imbattersi in fregature. Per questo ci sono alcune semplici regole per rendere la caccia agli acquisiti divertente e priva di brutte sorprese.

Ecco alcuni consigli per fare shopping in modo intelligente:

  1. Conservate sempre lo scontrino. Contrariamente al mito che sostiene che ciò che compriamo durante i saldi non si può sostituire, il D.lgs. n. 24/2002 spiega chiaramente come il negoziante sia obbligato a sostituire ogni articolo difettoso o non conforme.
  2. Le vendite devono essere realmente di fine stagione. Non si possono vendere in saldo i fondi di magazzino. La merce esposta in vendita sotto la voce “Saldo” deve far parte dell’ultima collezione e non degli anni precedenti.
  3. Fare un giro tra i vari negozi prima di scegliere. A volte basta qualche giro in più per evitare l’acquisto sbagliato e per trovare prezzi più bassi.
  4. Fare una lista degli acquisti che desiderate prima di lanciarvi nei negozi. Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio, in questo modo ridurrete il rischio di tornare a casa colmi di capi, magari comprati a buon prezzo, ma dei quali non avete alcun bisogno.
  5. Fate attenzione ai supersconti. Se vi imbattete in sconti superiori al 50%, dietro alla super offerta spesso si nasconde merce non propria nuova. Un commerciante non può avere, infatti, ricarichi così alti e dovrebbe vendere sottocosto. Questo è un rischio che si corre soprattutto i primi e gli ultimi giorni di saldi.
  6. Guardate bene l’etichetta. Sulla merce in saldo deve essere indicato in modo chiaro e ben leggibile il prezzo originale, quello in saldo e la percentuale di sconto.
  7. Servitevi  solo presso i negozi di cui vi fidate o acquistate merce della quale conoscete già il prezzo o la qualità, in modo da poter valutare liberamente e autonomamente il valore dell’acquisto.
  8. Provate i capi. Non è un obbligo ma è una possibilità rimessa alla discrezionalità del commerciante. Diffidate dai negozianti che non vi permettono di provare i capi.
  9. Attenti a cambiamenti nelle forme di pagamento. Se il commerciante il resto dell’anno consente di effettuare pagamenti con carta di credito (o bancomat), sono poi obbligati ad accettare queste forme di pagamento anche durante i saldi, senza oneri aggiuntivi.
  10. Attenzione infine, ai saldi on line. Con la direttiva europea 83/2011, recepita dal decreto legislativo del 21 febbraio 2014, sono state introdotte molte novità per i contratti stipulati via internet e comunque fuori dai locali commerciali: dall’ampliamento della durata del diritto al ripensamento, fino a 14 giorni, ai tempi più rapidi per ottenere il rimborso.

(146)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *