Rompono il semaforo a S.Filippo: niente bus, no raccolta rifiuti e 4mila residenti isolati

12669653_1064710800239545_6278320750053112219_nIn assenza di bilancio, anche un atto vandalico tra i più comuni , a Messina, può causare notevoli disagi. Nei giorni scorsi qualcuno ha danneggiato l’impianto semaforico che regolava il transito  veicolare a senso alternato da e per il villaggio di S.Filippo. Per ripristinare il semaforo, secondo quanto sottolineano seconda e terza circoscrizione, occorrerà prima di tutto approvare il previsionale 2015. Per un tempo imprecisato, dunque, i residenti della zona rimarranno isolati. Il danneggiamento del semaforo infatti impedisce il transito lungo la strada comunale che porta al villaggio collinare. Un’interruzione di soli settanta metri che obbliga i veicoli a raggiungere S.Filippo da S.Lucia sopra Contesse, allungando il percorso di ben trenta minuti.

Il Dipartimento Viabilità del Comune ha infatti deciso di istituire il senso unico e alcuni residenti, per accorciare i tempi, violano il divieto d’accesso con il serio rischio di incidenti.

Intanto, da ieri mattina la linea 32 dell’Atm ha interrotto le proprie corse mentre anche eventuali mezzi di soccorso avranno serie difficoltà a raggiungere il villaggio, così come gli operatori di Messinambiente. “Si rischiano liti e incidenti stradali – precisano i consiglieri Zullo, Cucè, Villari e Currò – causati dalla nuova viabilità che non tiene in considerazione le esigenze dei cittadini ed eventuali emergenze sanitarie. I Consigli di II e III Circoscrizione avevano convocato una seduta congiunta circa un anno fa chiedendo la realizzazione di un bypass, ma fino ad oggi tutto tace. L’assessore Cacciola deve intervenire al più presto”.

I rappresentanti dei due Quartieri rivolgono un invito anche all’ assessore De Cola affinché trovi i fondi necessari anche a risolvere le criticità riscontrate in una zona in cui risiedono quattromila anime. “Se non dovessero arrivare risposte concrete – concludono i consiglieri – entro un paio di giorni ci si rivolgerà al  Prefetto”.

Sulla questione interviene anche il consigliere comunale Libero Gioveni invitando il Dipartimento competente a ripristinare il senso unico alternato e provvedere al più presto alla riparazione dei semafori.

(314)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *