Rischio Idrogeologico. In arrivo a Messina 110 milioni: ecco come verranno utilizzati

Foto 01 - macchina colpita esondazione torrente S.Michele, Giostra - MessinaMettere in sicurezza i territori dal rischio idrogeologico e porre un freno al problema dell’erosione costiera: a questo serviranno i 110 milioni di euro, a valere sull’azione 5.1.1 A del PO FESR Sicilia, accordati al Comune di Messina.

Nel lungo elenco delle proposte ritenute ammissibili dall’Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Sicilia, pubblicato lo scorso 27 giugno 2018, appaiono 19 progetti – tra i 21 proposti dall’amministrazione Accorinti l’autunno scorso – che assicurano a Messina l’ingente importo di 110 milioni di euro per interventi in materia di difesa del suolo.

Progetti importanti e necessari che potrebbero porre la parola “fine” ad alcuni degli annosi problemi che affliggono Messina. Fra gli investimenti spiccano:

  • quasi 50 milioni dedicati alla sistemazione dell’alveo di torrenti da nord a sud della città;
  • 7.3 milioni per l’adeguamento di torrente San Michele fin troppo spesso soggetto ad esondazioni;
  • 5.2 milioni per il posizionamento di barriere frangiflutti utili a proteggere sia la costa ionica che quella tirrenica dal crescente problema dell’erosione costiera.

Una parte dei progetti, infine, è dedicata alla realizzazione o al ripristino di strutture di collegamento in varie aree cittadine. Di seguito l’elenco completo degli interventi finanziati al Comune di Messina dal PO FESR Sicilia.

Quali sono i progetti approvati?

Sistemazione idraulica e realizzazione di strada di collegamento tra i villaggi di Bordonaro Inferiore e Bordonaro Superiore (2° stralcio di completamento) – € 3.544.438,03

Mitigazione del rischio idrogeologico di un tratto del torrente Papardo compreso fra l’omonimo ospedale e la confluenza a monte dei torrenti Papardo e Sullaro – € 3.381.470,00

Interventi di mitigazione del rischio alluvioni con opere di sistemazione in alveo e dei sistemi arginali dei torrenti Larderia, Papardo, Salemi-Gesso e Ortoliuzzo a salvaguardia della popolazione e del tessuto economico (2° stralcio funzionale) – € 18.826.392,23

Ripristino ed adeguamento funzionale del torrente Boccetta in contrada Scoppo – € 1.277.000,00

Demolizione e ricostruzione del ponte Ortera sul torrente S. Stefano nel villaggio di S. Margherita – € 1.375.000,00

Ricostruzione e consolidamento dei muri d’argine, attraversamenti e profilatura del torrente San Michele – € 7.300.000,00

Messa in sicurezza idraulica del torrente Galati tra le contrade Barrace e Pozzo e realizzazione di un ponte in contrada Pozzo – € 2.550.000,00

Lavori per la realizzazione della strada di collegamento tra la SS 113 ed il Villaggio di Rodia (lungomare Joe Piraino) – € 1.800.000,00

Progetto per la sistemazione del versante in frana in località Tremonti – complesso “Città Giardino” 4° lotto – € 3.100.000,00

Opere di consolidamento e protezione del versante meridionale dell’abitato di Bordonaro – R4 del Comune di Messina – € 850.000,00

Sistemazione dell’area in frana compresa tra via Noviziato Casazza, via Sciva e viale Italia – € 2.900.000,00

Tre stralci, per un totale di poco più di 17 milioni di euro, per interventi utili a mettere in sicurezza le persone, mitigando il rischio idrogeologico e di erosione costiera nei tratti a maggior rischio compresi fra gli abitati di Acqualadrone, Mezzana, Tono, Mulinello e Casabianca e a Rodia Marmora e Rodia Puccino. I tre capitoli di spesa ammontano, rispettivamente, a:  € 1.495.225,00, €7.729.740,82 e € 8.530.000,00.

Lavori urgenti di salpamento e ripristino delle barriere frangiflutti esistenti lungo il litorale ionico di Messina – € 2.472.000,00

Lavori urgenti di salpamento e ripristino delle barriere frangiflutti esistenti lungo il litorale tirrenico di Messina – € 2.803.300,00

Mitigazione del rischio alluvioni con opere di adeguamento e sistemazione dell’alveo e dei sistemi arginali dei torrenti San Filippo, Zafferia, Mili e Marmora a salvaguardia della pubblica e privata incolumità (1° stralcio funzionale) – €30.465.865,77

Consolidamento e sistemazione idrogeologica della collina sovrastante il grande Vallone Canne (Vallediana) e il nucleo abitativo antistante la stazione ferroviaria Ponte Schiavo – € 2.693.280,09

Mitigazione del rischio idrogeologico in località Tarantonio – € 5.544.054,94

Progetti non ammissibili

Fra i 21 progetti presentati dalla precedente amministrazione, 2 non sono stati ritenuti ammissibili ed entrambi riguardano interventi previsti per il Torrente Annunziata:

  • Riqualificazione urbana, miglioramento della viabilità, messa in sicurezza e rinaturalizzazione dell’alveo dissestato del tratto urbano del Torrente Annunziata (€ 6.030.000,00) – non ammesso per il “Mancato inserimento negli elenchi dei progetti”;
  • Sistemazione idraulica del Torrente Annunziata e ricostruzione alveo dissestato (€ 2.000.000,00) – non ammesso per la “Mancata validazione dell’intervento da parte della Regione”.

 

(632)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *