Risanamento Messina. Continuano i lavori nei 96 alloggi per avere gas, luce e acqua

risanamento alloggi annunziata e camaroMessina sembra procedere spedita verso il risanamento. Si è svolta oggi, a Palazzo Zanca la Conferenza di Servizi convocata dal sindaco Cateno De Luca e dal vicesindaco Salvatore Mondello, e finalizzata a dotare di gas, luce, acqua, e dei restanti servizi principali, i 96 alloggi provvisori reperiti tra Camaro Sottomontagna e viale Annunziata.

Le abitazioni, 50 a Camaro Sottomontagna e 46 nel Villaggio Matteotti dell’Annunziata, serviranno a ospitare provvisoriamente le famiglie coinvolte nel processo di risanamento della città, che dovrebbe portare allo “sbaraccamento” delle aree degradate di Messina entro la fine del 2018.

«Nello specifico – ha spiegato il vicesindaco Mondello facendo il punto della situazione – si è registrato che AMAM ha completato i lavori di adduzione di acqua potabile e fognatura in entrambe le zone, così come il dipartimento Lavori Pubblici ha già ultimato le procedure e la realizzazione per lo smaltimento delle acque meteoriche. Il geometra Terranova, in qualità di responsabile dell’ufficio Agibilità, ha suggerito, in considerazione del fatto che tutta la documentazione esistente risulta essere quella strutturante la procedura, di attivare la SCA (Segnalazione Certificata Agibilità). Si procederà a contattare i responsabili di Enel e Telecom, in quanto oggi assenti, per verificare lo stato di avanzamento in merito alle proprie competenze. L’ingegner Danzè dell’IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) ha comunicato che quanto di loro competenza è già stato prodotto (catastazione, conformità strutturale, ecc.)».

Alla Conferenza di questa mattina sono intervenuti i responsabili dei vari servizi, tra cui il presidente della neonata Agenzia per il Risanamento (A.Ris.Me), Marcello Scurria, il geometra Giuseppe Campo e Fabio Pistorio di Italgas Messina. Questi ultimi hanno dato alcuni chiarimenti sul livello di avanzamento dei lavori finalizzati a dotare di gas le abitazioni.

Da quanto riferito per quel che riguarda Camaro Sottomontagna, è stato nominato su richiesta della Soprintendenza un archeologo che si occupi di visionare gli scavi, il cui nominativo è attualmente in attesa di approvazione: «Per tale intervento – hanno specificato – dovrà essere rilasciato il parere dal dipartimento comunale Demanio e Patrimonio per l’occupazione suolo, che richiede un preavviso di 25 giorni per l’avvio delle opere. Ultimati detti adempimenti ci vorranno 20 giorni per l’affidamento e l’effettivo avvio delle opere».

«Per quanto riguarda l’Annunziata – hanno concluso – lo stesso è già stato completato. In entrambi gli interventi gli assegnatari dovranno stipulare regolare contratto con le società di vendita».

(182)

1 Commento

  • Massimo scrive:

    Propongo al sindaco De luca (MESSINA ) la proposta di accedere nei casi D’URGENZA anche alle strutture fatte con fondi nazionali ed Europei localizzati nei vari comuni , Parlo Anche x le Scuole , Fiumedinisi ha delle strutture vuote che possano incrementare risorse locali , e spendere di meno risorse Utili in momenti di crisi , valutando tutto quello fatto male ad OGGI da questi bravi AMMINISTRATORI , Vogliono SOLO FONDI .recuperate quello che avete costruito e distrutto .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *