“Riprogettando Messina”: il secondo convegno di Indietrononsitorna

locandina evento riprogettando messinaSabato 7 marzo al teatro dell’Istituto Cristo Re, l’assessore ai lavori pubblici, Sergio De Cola, illustrerà il “modello urbanistico” a cui l’Amministrazione sta lavorando.

Pensare e immaginare una città diversa dalle “fondamenta”, e non solo in senso figurato. In una parola riprogettare. Urbanistica ed edilizia saranno le “protagoniste” del secondo convegno organizzato da “Indietrononsitorna”, dal titolo “Riprogettando Messina”. Dopo il successo dell’appuntamento dello scorso 29 novembre dedicato al tema dei trasporti e della viabilità sostenibile, l’associazione di impegno civile “torna in campo” scegliendo di affrontare un argomento da cui passa il futuro delle prossime generazioni messinesi.

All’incontro, che anche questa volta si terrà al teatro dell’Istituto Cristo Re, con inizio alle 10.00, prenderà parte l’assessore ai lavori pubblici, Sergio De Cola. Il rappresentante di Giunta illustrerà il progetto urbanistico a cui l’Amministrazione Accorinti ha iniziato a lavorare già all’indomani dell’insediamento a Palazzo Zanca, attraverso la condivisione con i vari soggetti del territorio e  l’ascolto delle diverse istanze e proposte giunte dai professionisti del settore.

Ad arricchire il dibattito con ulteriori contributi, l’architetto Marina Arena, docente di urbanistica all’Università Mediterranea di Reggio Calabria. L’appuntamento, moderato dal giornalista della “Gazzetta del Sud”, Alessandro Tumino, potrà inoltre contare sugli interventi di Elio Conti Nibali, cui spetterà anche introdurre i lavori, e dei  presidenti degli ordini provinciali degli architetti e degli ingegneri, Giovanni Lazzari e Santi Trovato.

«La città  è  il luogo che ci appartiene – evidenzia Indietrononstiorina − il luogo nel quale svolgiamo tutte le nostre relazioni, che debbono essere armoniose e positive, evitando che l’anonimato degli spazi ci risucchi, diventando un ostacolo e facendoci sentire estranei a tutto ciò che ci circonda».

(48)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *