Rifiuti: iniziate le operazioni di bonifica. Regione chiede aiuto alla Protezione Civile

RACCOLTA-RIFIUTIDopo il via libera della Regione alla temporanea modifica dell’ordinanza sul conferimento dei rifiuti in discarica, Messinambiente ha iniziato le operazioni per uscire al più presto dall’emergenza rifiuti. La città, in base a un piano informale, potrà smaltire nell’impianto di Motta S.Anastasia 350 tonnellate di immondizia, 100 in più del tanto discusso limite posto da Rosario Crocetta.

I mezzi della società partecipata sono a lavoro per ripristinare il decoro sul territorio cittadino, concentrandosi maggiormente nei rioni più difficili che in questi giorni hanno assunto i connotati di una discarica. Secondo le previsioni del commissario liquidatore di Messinambiente Giovanni Calabrò, per uscire dall’emergenza serviranno dieci giorni.

Ma i problemi igienico – sanitari restano anche dopo aver svuota i cassonetti. Il consigliere comunale Libero Gioveni chiede all’amministrazione comunale la disinfestazione delle strade e degli interventi per ripulire i cassonetti. “Da più parti della città – precisa l’esponente Udc –  giungono numerose lamentele per l’immane fetore rimasto nell’aria a causa della prolungata giacenza dei rifiuti (che l’afa di questi giorni non ha certamente debellato), specialmente nelle postazioni dei cassonetti più a ridosso con le abitazioni”.

Intanto, la Regione per facilitare le operazioni di bonifica nei comuni in difficoltà ha autorizzato
la Protezione civile regionale a supportare le strutture locali pubbliche, fornendo i mezzi necessari a svolgere l’attività, provvedendo eventualmente anche al nolo dei mezzi stessi, nei limiti previsti dalla legge per somma urgenza.

 

(53)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *