Emergenza rifiuti. Nuovo “blitz” di De Luca a MessinaServizi: ancora non ci siamo

Nuovo “blitz” del Sindaco De Luca, che in questi giorni sta concentrando la sue energie per risolvere il problema rifiuti a Messina, che sembrava essere stato superato. Il primo cittadino ha verificato, ieri sera, se i mezzi guasti che impedivano a MessinaServizi di garantire una raccolta omogenea in tutto il territorio cittadino, fossero stati riparati: ma nulla di fatto.

«Sono ancora fermi nel deposito di via Salandra – afferma il primo cittadino. La situazione dura da settimane ed in alcune zone della città la raccolta dei rifiuti viene effettuata al 50%».

La verifica di Cateno De Luca è poi continuata all’impianto di Pace: «Abbiamo controllato quanti mezzi partono per la discarica di Lentini. Per smaltire la produzione quotidiana di rifiuti indifferenziati ne servono undici/dodici. Invece in servizio per ora c’è ne sono solo sei. Tra due tre giorni la città rischia di piombare nuovamente nel baratro dei cumuli di immondizia. La raccolta differenziata è ferma, perché i mezzi sono guasti. I suppellettili abbandonati in prossimità dei cassonetti aumento a vista d’occhio».

Come se non bastasse, a rallentare ulteriormente la già limitata azione degli operatori è il traffico cittadino: «In via Santa Alemanna – ha documentato il Sindaco – un camion della spazzatura è rimasto bloccato per circa un ora, a causa di un’auto parcheggiata fuori dallo stallo. In azione il carro attrezzi».

Appena due giorni fa, il primo cittadino, stufo di vedere la città in un totale stato di abbandono, ha depositato un esposto in Procura: «A questo abbiamo allegato la documentazione acquisita giornalmente nel mese di novembre mediante le attività ispettive della Polizia Municipale».

(354)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *