Proteggere i monumenti di Messina dai vandali: Gioveni chiede più controlli

Primo piano di Libero Gioveni - Consigliere comunale a Messina per il PDMaggiori fondi per la videosorveglianza: è questa la proposta del Consigliere comunale, Libero Gioveni, a poche ore dall’ultimo atto vandalico ai danni di un monumento cittadino.

Qualche giorno fa il Monumento ai Caduti della Passeggiata al mare, oggi la scritta sotto la targa a Falcone e Borsellino, di fronte all’Istituto “Verona Trento”, sotto la quale, questa mattina, è stata trovata la scritta “Balordi”: «L’ennesimo atto vandalico – scrive Gioveni – che deve farci correre ai ripari, al fine di prevenire e reprimere con forza questi squallidi gesti che infangano la memoria e la storia di chi in passato si è distinto in azioni e in esempi da imitare».

Il Consigliere lancia un appello al Sindaco De Luca, affinché prenda provvedimenti per rafforzare la vigilanza sui monumenti cittadini: «Chiedo di prevedere, anche nella prossima manovra di variazione di Bilancio, maggiori somme per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza nei punti considerati più critici o in corrispondenza di quei monumenti di maggiore rilevanza storico-culturale.

Se da un lato parlare delle inqualificabili gesta di questi sciacalli dà loro un’importanza, che certamente non meritano di avere, dall’altro non parlarne, soprattutto in termini di azioni di contrasto da porre in essere, significherebbe sminuire la gravità di gesti che, sotto il profilo culturale, rappresentano un pugno nello stomaco».

(91)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *