Premium Lager e Non Filtrata: le due nuove birre firmate Birrificio Messina

Due nuove birre, un nuovo look ma l’anima e la passione di sempre. Sono questi gli elementi vincenti del Birrificio Messina, che oggi ha presentato le ultime due arrivate nella sua grande famiglia, già pronte ad essere distribuite sul mercato nazionale: la Birra dello Stretto non filtrata e la Birra dello Stretto Premium Lager.

«Abbiamo fatto passi da gigante da gennaio ad oggi – racconta emozionato il Presidente Domenico Sorrenti. È iniziato tutto con la firma dell’accordo con Heineken, per la produzione della birra Cristalli di Sale, accordo che prevede la distribuzione nazionale delle nostre birre. Da piccolo birrificio, quindi, oggi siamo in grado di arrivare sulle tavole di tutti gli italiani».

Un grande risultato, reso possibile grazie anche a Dibevit Import, società sempre del gruppo Heineken che da 20 anni si dedica proprio all’importazione e distribuzione di birre premium e speciali.

A questo importante appuntamento i 15 del Birrificio Messina si sono presentati con queste due nuove birre, entrambe prodotte negli stabilimenti di Larderia dalla sapienza e dalla passione dei Mastri Birrai messinesi.

«Sono due birre speciali» ci raccontano emozionati, con gli occhi lucidi ma lo sguardo orgoglioso di chi non si è mai arreso, credendo nelle proprie capacità. Perché sono speciali?

Birra dello Stretto non filtrata

Una birra torbida dal colore giallo oro con un gusto persistente ma morbida al palato, dall’elevata digeribilità. Il luppolo, gettato manualmente nella fase finale della cottura del mosto, le conferisce il titolo di eccellenza assoluta nella linea delle Birre dello Stretto. Un gusto pieno di grande passione con un’anima potente.

Birra dello Stretto Premium Lager

L’altra birra presentata oggi dai 15 del Birrificio Messina è una rivisitazione della vecchia etichetta della Birra dello Stretto. Una birra di altissima qualità, nata dalla più antica tradizione brassicola messinese. Puro malto, colore biondo e una schiuma compatta. Gusto bilanciato e leggermente aromatico, eccellete all’olfatto e al palato. Una birra dall’animo nobile che, come un “Ponte sullo Stretto”, sarà in grado di unire tutti in ogni occasione.

Ma non è finita qui. L’incontro di oggi ha rappresentato anche l’occasione per annunciare l’arrivo di una terza novità. A settembre, infatti, verrà presentata la Birra dello Stretto Gran Premio, una tre luppoli che conquisterà anche i palati più esigenti.

«E il prossimo anno ci sarà ancora una nuova birra» si fa scappare Domenico Sorrenti, perchè davvero il Birrificio Messina sta crescendo, diventando un vero caso di successo imprenditoriale, tanto da essere presentato in Senato come “esempio di come reagire alla crisi”.

Non solo nuovi prodotti e nuove ricette per il Birrificio Messina ma anche un nuovo look per le birre. Il brand Birra dello Stretto, infatti, cambia completamente veste grafica e si presenta con delle etichette più moderne, accattivanti e colorate.

“A Messina tutto ebbe inizio con i 15 mastri birrai” si legge sulle nuove bottiglie e questo è il primo messaggio che queste birre vogliono lanciare: tutto è iniziato con i 15, loro sono le radici, l’anima, la storia. Ma oggi si guarda al futuro. Si cresce, si migliora e non ci si ferma mai.

Sulla nuova etichetta c’è la Trinacria, simbolo per eccellenza della Sicilia, perché questa è una birra siciliana nel gusto, nei colori e nello spirito. E poi ci sono i colori simbolo del birrificio rivisitati in chiave più accattivante. Il totale restyling di logo e packaging conferisce alla linea di prodotti del Birrificio Messina un nuovo volto lasciando, però, intatta la sua anima. Tradizione, coraggio, esperienza e determinazione sono dentro le nuove etichette che vogliono raccontare una realtà viva e con grande prospettiva di crescita e sviluppo.

 

(925)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *