Piero Angela a Messina per ricevere il Dottorato honoris causa dall’UniMe

Piero Angela

Piero Angela, venerdì 24 novembre, sarà nella Città dello Stretto per ricevere dall’Università degli studi di Messina il Dottorato honoris causa in Biologia Applicata e Medicina Sperimentale.

La cerimonia di conferimento del dottorato si terrà alle 10.30 nell’Aula Magna dell’Ateneo e la Laudatio sarà affidata a Flavio Angileri, professore associato di Neurochirurgia. Il dottor Angela terrà poi una Lectio doctoralis sul tema “Medicina e Società”.

Piero Angela, probabilmente uno dei più conosciuti e amati esponenti del mondo culturale italiano, ha iniziato la sua carriera radiotelevisiva come cronista Rai negli anni ’50. Per diversi anni ha collaborato al giornale radio, mentre con l’avvento della televisione è passato al nuovo mezzo, fino ad arrivare nel 1976 a essere il primo conduttore dell’appena nato tg2.

Ma l’attività che lo ha reso più famoso è quella legata alla divulgazione scientifica, iniziata sul finire degli anni sessanta. In questo campo, il suo primo programma è stato “Destinazione uomo”, che, andato in onda nel 1971, rappresenta una delle prime trasmissioni televisive di approfondimento scientifico indirizzate a un pubblico generalista.

Nel 1981, invece, ha dato il via alla sua trasmissione più famosa, “Quark”, che nonostante il passare degli anni continua a essere un appuntamento fisso per molti telespettatori italiani appartenenti a tutte le fasce d’età. Dal 2000, è anche coautore di “Ulisse” insieme al figlio Alberto e ha all’attivo diverse pubblicazioni le cui tematiche spaziano tra diversi campi del sapere: dalle scienze naturali, alla storia, alla politica.

Sia a livello nazionale che internazionale ha ottenuto diversi riconoscimenti, fra i quali il prestigioso PremioKalinga”dell’Unesco per la divulgazione scientifica. Tra la sua produzione come scrittore si possono contare oltre 30 libri, molti tradotti in diverse lingue tra cui inglese, tedesco e spagnolo. L’ultimo volume, edito Mondadori nel 2017, è intitolato “Il mio lungo viaggio. 90 anni di storie vissute”.

(807)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *