Piano Emergenza Freddo: ecco le misure previste per aiutare i senzatetto

senzatetto-emergenza-freddoEmergenza freddo. In vista dell’abbassamento delle temperature previsto per questa settimana, il Comune di Messina rende note le misure stabilite dalPiano Emergenza Freddo indirizzate alle persone senza dimora, e pensate coerentemente con il programma #homelesszero.

Il Piano, spiegano l’assessore alle Politiche Sociali, Nina Santisi, e l’assessore alla Protezione Civile, Sebastiano Pino, entrerà in vigore qualora le temperature si abbassino fino a far scattare il codice rosso della Protezione Civile. In tal caso, particolare attenzione verrà rivolta ai senzatetto a rischio sopravvivenza che rifiutano di usufruire dei servizi a bassa soglia e di accoglienza offerti dal territorio, e trascorrono abitualmente le notti all’aperto. Gli interventi d’urgenza saranno indirizzati a loro e saranno garantiti dalla collaborazione tra i dipartimenti Politiche Sociali e Protezione Civile, il Corpo di Polizia Municipale e la rete di associazioni di volontariato presenti nell’area di piazza della Repubblica.

Le strutture cardine dell’accoglienza, in questo frangente, sono il dormitorioCasa di Vincenzo” e le case di Accoglienza della Caritas e dei Padri Rogazionisti.

In caso di necessità, il Piano Emergenza Freddo prevede, per queste strutture, l’aumento dei posti disponibili e l’ampliamento della fascia oraria di accoglienza, anticipando l’orario serale e posticipando quello mattutino. “Help Center” e la “Casa di Vincenzo”, situate entrambe nei pressi della stazione centrale, lavoreranno in stretta collaborazione e si occuperanno, rispettivamente, dell’accoglienza diurna e di quella notturna, in maniera tale da garantire una copertura di ventiquattr’ore.

Il “Piano emergenza freddo” non è solo una misura di intervento diretto, ma è mirato anche a sensibilizzare la cittadinanza affinché si senta coinvolta e sia partecipe nei processi di aiuto verso le persone senza dimora.

Chi non fa parte di associazioni o non è abitualmente attivo nel settore sociale può comunque dare il proprio contributo segnalando situazioni d’emergenza alla Centrale Operativa del Comune attraverso il numero 090 771000 della Polizia Municipale. Ricevuta la telefonata, la polizia trasmetterà le informazioni al Servizio Sociale Professionale del Dipartimento Politiche Sociali che provvederà ad attivare gli interventi necessari.

Questa serie di azioni è prevista in caso di freddo eccezionale e rientra tra le emergenze del Piano di Protezione Civile Comunale. La rete coinvolta attivamente nel sostegno alle persone senza dimora comprende, insieme al Comune, le Consulte Comunali di Protezione Civile e delle Organizzazioni Sociali, e le associazioni di volontariato operative nell’area dei senza fissa dimora, quali Caritas, Croce Rossa, Cooperativa Santa Maria della Strada, Comunità di S. Egidio, CESV, Padri Rogazionisti, N.O.E, CRI.VOP., Quelli del Lunedì-Amici di Madre Teresa.

(191)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *