Patto Territoriale. Due scuole messinesi prime in due concorsi nazionali

patrizia panarelloCon grande orgoglio e soddisfazione dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Patrizia Panarello, sono stati premiati a livello nazionale due progetti (ambiti cultura e pari opportunità) inseriti nel Patto Territoriale 2014/15.

Il primo riguarda il concorso nazionale “Spazio pubblico e democrazia. Gloria, degrado e riscatto delle Piazze d’Italia” abbinato all’iniziativa “La scuola adotta un monumento” della Fondazione Napoli 99. Al concorso, cui hanno aderito 12 regioni, 53 comuni, 156 scuole, 281 classi con 101 lavori complessivamente presentati, la città di Messina è risultata essere al quinto posto per numero di adesioni.

La competizione prevedeva di elaborare un prodotto sulla tematica dello spazio pubblico e delle piazze d’Italia al fine di viverle, riappropriarsene, denunciarne il degrado e riportarle alla loro originaria funzione di luogo di scambio. Tra le città partecipanti per la sezione scuola primaria, Torino, Ortelle (LE) e Messina hanno vinto il primo premio ex equo e tra le cinque scuole cittadine in gara, l’IC. Boer – Verona Trento ha vinto col progetto “Porta Grazia”.

La premiazione avrà luogo a Roma a settembre al Ministero della Pubblica Istruzione alla presenza dei ministri Dario Franceschini e Stefania Giannini. Il secondo progetto riguarda il concorso nazionale di Toponomastica Femminile “Sulle vie della Parità”, patrocinato dal Senato della Repubblica e la scuola vincitrice è l’I.C. Salvo d’Acquisto che sarà premiata a Roma domani, venerdì 29. Nell’ambito dell’iniziativa “La scuola adotta un monumento”, sempre domani, venerdì 29, è in programma la Giornata di apertura di alcuni monumenti alla città, evento curato dalle istituzioni scolastiche e promosso dall’assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune, con la collaborazione degli assessorati alla Cultura e all’Ambiente. La giornata conclude il progetto nazionale “La scuola adotta un monumento”, nato vent’anni fa grazie alla Fondazione Napoli Novantanove, con l’obiettivo di riconoscere nel bene culturale l’elemento fondamentale per consolidare nei giovani le capacità espressive ed estetiche, rafforzando in loro l’amore per la cultura e il senso civico.

I monumenti adottati dalle scuole, che domani saranno aperti alla città sono: Fontana Gennaro adottata dall’I.C. “Pascoli-Crispi”, dalle 9.30 alle 13; Fontana del Seminario Arcivescovile, dall’I.C. “Villa Lina-Ritiro”, dalle  9.30 alle 13; Chiesa della Madonna del Buon Viaggio (Ringo), dall’I.C. “S. Francesco di Paola”, dalle 9 alle 13; la Real Cittadella, dall’I.C. “Mazzini-Gallo”, dalle 9.30 alle 12.30; Monumento ai Caduti di Contesse, adottato dall’I.C. “Salvo D’Acquisto”, dalle 10 alle 12; Casa Cammarata, dall’I.C. “Principe di Piemonte-Drago”, dalle 9.30 alle 13; Badiazza, dall’I.C. Boer-Verona Trento, dove dalle 16.30 i ragazzi saranno attori narratori della storia del monumento, accompagnati dalle note del coro e dell’orchestra dell’Istituto; Torre di Ganzirri, adottata dagli alunni dell’I.C. “Paradiso-Petrarca”, che saranno presenti anche in orario pomeridiano (dalle 9 alle 13/ dalle 16 alle19); infine dalle 9, Porta Grazia in Piazza Casa Pia, adottata dall’I.C. “Boer-Verona Trento”, con progetto premiato al concorso nazionale “Spazio pubblico e democrazia, gloria, degrado e riscatto delle Piazze d’Italia”.

(591)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *