Ospedale Piemonte: in centinaia bloccano il viale Europa. Contestato Accorinti. In strada anche i parlamentari

assemblea ospedale PiemonteManifestazione riuscita di Cisl e Uil contro la chiusura dell’ospedale Piemonte. Oggi pomeriggio, dalle 17,30 è stato il blocco totale sul viale Europa per l’assemblea, in strada, di Cisl e Uil contro lo smantellamento del Piemonte. Numeri importanti per l’incontro, centinaia su centinaia i presenti, che hanno contestato le decisioni che prevedono un accorpamento del Punto Nascita con il taglio delle attività e un prossimo accorpamento con l’Istituto Neurolesi. 

Fischiato e contestato il sindaco Accorinti protetto dagli agenti della Digos. 

“La partecipazione di massa alla manifestazione per il rilancio dell’ospedale Piemonte deve fare riflettere tutti. Per rilanciare questa importante struttura sanitaria non bisogna ricorrere a scorciatoie o palliativi. Bisogna investire per farne un centro per la prevenzione e l’emergenza sanitaria. Per questo è necessario che l’assessore Borsellino d’intesa con il direttore generale del Papardo e dell’asp 5 assumano un decisione chiara e definitiva in questa direzione”: lo afferma il parlamenta dell’Udc alla Camera, Gianpiero D’Alia. 

Presenti in strada il deputato regionale del Ncd Nino Germanà, il collega dei Dr, Beppe Picciolo, Reset, il comitato Salviamo l’Ospedale Piemonte, il consiglio del IV Quartiere. 

(68)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *