Ospedale Piemonte. Digiacomo rassicura: «Non chiuderà e resterà pienamente operativo»

piemonte«Voglio rassicurare il sindaco e i cittadini di Messina sul fatto che non ci sarà nessuna chiusura né alcuna smobilitazione: l’ospedale Piemonte resterà un presidio per acuti nel cuore della città». A dirlo è Pippo Digiacomo, presidente della commissione Sanità dell’Ars, a proposito delle notizie circolate in questi giorni sul futuro del nosocomio messinese. «Niente allarmismi, dunque:  anche nel progetto di accorpamento con il Centro Bonino Pulejo – aggiunge Digiacomo – il Piemonte manterrà la sua piena operatività e il pronto soccorso resterà attivo».

Le dichiarazioni di Digiacomo arrivano a seguito dell’Assemblea cittadina tenutasi ieri davanti all’Ospedale Piemonte per dire ancora una volta “No” alla chiusura e chiedere un incontro all’assessore alla Salute, Lucia Borsellino, per conoscere le reali intenzioni sul destino del nosocomio del centro cittadino. Una protesta molto partecipata, organizzata dal Comitato “Salvare l’Ospedale Piemonte” alla quale hanno aderito anche i sindacati Uil, Orsa e Fials Medici oltre all’area Civati del Pd.

La lunga mattinata è iniziata alle 9.40, quando in centinaia hanno bloccato il viale Europa, ne sono conseguito diversi disagi alla viabilità. Solo alle 11.00, i manifestanti avevano liberato l’importante arteria stradale, dopo che gli esponenti del Comitato hanno annunciato di recarsi all’incontro con il Prefetto. 
La Prefettura si era attivata a stabilire un contatto con l’Assessorato, inviando una nota in cui era stata richiesta una risposta rapida. I manifestanti hanno lasciato il presidio, sperando che stavolta venga fissato il sospirato incontro con l’assessore Borsellino, ma pronti a protestare se a breve non giungeranno notizie da Palermo.

(124)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *