Ordinanza tir, Accorinti: “Momento atteso da 20 anni”

Accorinti cannolu“L’attraversamento dei tir in città alla luce dell’ordinanza emessa ieri per la regolamentazione della circolazione dei veicoli di massa superiore a 7,5 tonnellate” è stato il tema della conferenza stampa di stamani a Palazzo Zanca del sindaco, Renato Accorinti, dell’assessore alla Mobilità, viabilità e trasporti, Gaetano Cucinotta, e del dirigente competente, Mario Pizzino.

“Ho atteso questo momento – ha dichiarato Accorinti – per venti anni, ma intendo sottolineare che non sono contro qualcuno, piuttosto l’azione dell’Amministrazione comunale è rivolta al cambiamento e al miglioramento della nostra città. Ho portato avanti nella mia vita interventi ed iniziative per contrastare il transito dei mezzi pesanti lungo le arterie cittadine, ed oggi, che sono sindaco di Messina, avverto ancora di più il senso di responsabilità e la necessità di fare tutto ciò che sia possibile per evitare altre vittime. In caso di ricorso al Tar potrei anche perdere, ma non lo farò mai davanti ai cittadini. Questa ordinanza, che entrerà in vigore da lunedì 21, rappresenta il primo grande passo per liberare la città dal transito dei tir”. “Operiamo sempre – ha proseguito l’assessore Cacciola – con la massima attenzione e nel rispetto delle esigenze della gente per la salvaguardia delle vite umane e dell’ambiente per il bene della comunità messinese e per migliorare le condizioni di vivibilità della stessa”. Da lunedì 21, nella fascia oraria 7-21, ai veicoli e ai complessi di veicoli adibiti al trasporto di cose, con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate, sarà vietato il transito lungo entrambe le direzioni di marcia delle vie Bonino, La Farina, Campo delle Vettovaglie, Rizzo, Vittorio Emanuele II e del tratto di viale Europa, tra la vie Catania (rotatoria Boris Giuliano) e La Farina; a quelli provenienti da via Bonsignore sarà consentita l’immissione esclusivamente nella carreggiata nord-sud di via Bonino. Nel caso in cui ricorrano le condizioni per l’applicazione delle deroghe previste dalle ordinanze n. 488 e 534 del 2013, relative alla completa agibilità del porto di Tremestieri, o in occasione di prolungati stazionamenti superiori a sessanta minuti, i veicoli provenienti o diretti al piazzale Campo delle Vettovaglie, per fruire degli approdi del porto “storico”, potranno transitare esclusivamente lungo le vie Rizzo, Vittorio Emanuele II e viale Boccetta. Il divieto non sarà applicato ai veicoli e ai complessi di veicoli adibiti al trasporto di cose, con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate, appartenenti alle Forze armate, agli organi di Polizia, Vigili del fuoco e servizi di soccorso; al Comune di Messina, alle pubbliche amministrazioni ed a quelli adibiti al trasporto di merci pericolose (carburanti, combustibili, liquidi o gassosi…). Annullate tutte le precedenti ordinanze o parti di esse in contrasto con questo provvedimento. Per consentire ai mezzi pesanti la manovra di “torna-indietro”, sarà istituito il divieto di fermata ambo i lati delle due carreggiate stradali di via S. Cecilia, nel tratto compreso tra il cavalcavia ferroviario e la via Don Blasco, direzione di marcia nord-sud.

(58)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *