Ordigno bellico a Villa San Giovanni, domenica navi da Messina dirottate a Reggio Calabria

Foto di un traghetto sullo stretto di messina

Stretto di Messina. Trovato un ordigno bellico di 113kg in via Stazione Vecchia presso il porto di Villa San Giovanni.

Domenica 18 febbraio, a partire dalle ore 9.00, è stata disposta la sospensione delle attività del porto calabrese per consentire le operazioni di disinnesco, trasporto e brillamento dell’ordigno ritrovato. I collegamenti marittimi da e per Messina saranno, quindi, effettuati tramite il Porto di Reggio Calabria.

Il Commissario Prefettizio del Comune di Villa San Giovanni ha disposto per domenica 18 l’evacuazione di tutta la popolazione presente nelle aree situate in un raggio di 763 metri dal punto di ritrovamento.

Dalle ore 9.00, quindi, e fino al termine delle operazioni, nell’area portuale di Villa San Giovanni e nella zona di mare circostante, entro il raggio di 0,5 miglia nautiche, dal punto di rinvenimento dell’ordigno bellico, saranno vietati:

  • la navigazione, l’ormeggio, l’ancoraggio e la sosta di qualsiasi unità navale;
  • la balneazione e le immersioni subacquee;
  • le attività di pesca di qualsiasi natura;
  • lo svolgimento di qualsiasi altra attività direttamente o di riflesso connessa agli usi pubblici del mare e non espressamente autorizzata dalla Capitaneria stessa;
  • l’accesso, la circolazione, il transito e la sosta di veicoli, mezzi meccanici e persone, nonché qualsiasi lavoro e operazione portuale.

(709)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *